CONDIVIDI

Il direttore artistico del settantunesimo Festival della canzone italiana di Sanremo (che andrà in scena al teatro Ariston dal 02 al 06 marzo prossimi), dopo l’enorme consenso di pubblico e di critica del precedente, ha calato gli assi per il suo secondo Festival consecutivo.

Fatte le dovute eccezioni, molti nomi del cast sono sconosciuti al grande pubblico della kermesse che per antonomasia è da sempre la più nazional popolare di tutte. Ormai negli ultimi anni questa non è più una novità e allora Sanremo sarà l’occasione ideale per molti di questi giovani e interessanti artisti per arrivare in pochi minuti a milioni di italiani.

Ai più alcuni nomi suoneranno del tutto nuovi, ma gli amanti della buona musica hanno già avuto modo di apprezzare tanti validi giovani artisti come il cantautore Fulminacci (Targa Tenco 2019), come Willie Peyote, il rapper delle invettive antifasciste contro Salvini e Buffon, molto stimato dagli organizzatori dei tributi a Tenco, De André e Gaber o come il duo composto dai bravissimi cantautori siciliani Colapesce e Dimartino oppure Madame, una delle giovani artiste femminili più interessanti della scena rap e urban italiana o ancora Gio Evan, il poliedrico artista, scrittore, cantante e poeta pugliese.

Fa molto piacere leggere nel cast il nome dei Maneskin, la talentuosa giovane band romana famosa per il brano Torna a casa.

Tra i big anche Aiello, cantautore cosentino al successo con Arsenico, il gruppo La Rappresentante di Lista e i Coma_Cose, un duo musicale indie-pop rap italiano, formatosi a Milano e composto da Fausto Zanardelli e Francesca Mesiano.

Non poteva mancare una vincitrice del talent Amici di Maria De Filippi e allora ecco a voi Gaia. Ritornano sul palco di Sanremo i rapper Irama, Fasma e Ghemon e a loro si affianca il giovane rapper campano Random, nato a Massa di Somma.

Tra i veterani ritroviamo con piacere artisti del calibro di Max Gazzé, Arisa, Malika Ayane, Ermal Meta, Noemi, Annalisa e Francesco Renga. Dopo l’exploit del 2018 ritornano al Festival i goliardici e talentuosi Lo Stato Sociale.

Accoppiata inedita quella di Francesca Michielin e Fedez, mentre un discorso a parte merita l’iconica Orietta Berti che ritorna a Sanremo per la dodicesima volta dopo ben ventotto anni dalla sua ultima partecipazione e lo fa con il suo proverbiale entusiasmo, nonostante l’incedere del tempo.

Completano il cast i Tre Allegri Ragazzi Morti e Bugo, proprio nel giorno in cui il suo ex amico Morgan è stato espulso dalla giuria di Sanremo giovani per la volgare invettiva contro Amadeus, a causa della sua non ammissione tra i big. E’ il caso di dire E invece sì, proprio come il titolo della canzone che Bugo il 02 marzo porterà sul palco dell’Ariston con buona pace (?) di Morgan.

Questo il cast completo, corredato dai titoli delle canzoni:

Francesco Renga – Quando trovo te
Coma_Cose – Fiamme negli occhi
Gaia – Cuore amaro
Irama – La genesi del tuo colore
Fulminacci – Santa Marinella
Madame – Voce
Willie Peyote – Mai dire mai (La locura)
Orietta Berti – Quando ti sei innamorato
Ermal Meta – Un milione di cose da dirti
Fasma – Parlami
Arisa – Potevi fare di più
Gio Evan – Arnica
Maneskin – Zitti e buoni
Malika Ayane – Mi piace così
Aiello – Ora
Max Gazzè – Il farmacista
Ghemon – Momento perfetto
La Rappresentante di Lista – Amare
Noemi – Glicine
Random – Torno a te
Colapesce/Dimartino – Musica leggerissima
Annalisa – Dieci
Bugo – E invece sì
Lo Stato Sociale – Combat pop
Tre Allegri Ragazzi Morti – Bianca luce nera
Francesca Michielin e Fedez – Chiamami per nome