Acerra tra ballottaggio e rischio anatra zoppa: azzerrata ipotesi accordo

0
356
Comune di Acerra

Acerra. Tra l’ipotesi ballottaggio e il rischio anatra zoppa (sindaco eletto ma con la maggioranza dell’altro schieramento, ndr), in città si torna a parlare di possibili accordi post primo turno per la governabilità. Il primo a uscire allo scoperto su questo tema è stato il candidato sindaco di X Acerra Andrea Piatto che ha scacciato l’ipotesi di un accordo:  “Qualunque sia l’esito del voto di domenica posso già dire da ora che non ci saranno accordi con l’attuale maggioranza. Prima snocciolavano percentuali di vittorie bulgare, poi hanno corretto il tiro, infine adesso, di fronte alla nostra avanzata, alcuni avversari stanno mettendo in giro voci fantasiose. Ammettono che probabilmente sarò sindaco ma senza maggioranza, paventando così la possibilità di un accordo. Fin da ora voglio fugare qualsiasi dubbio: non ci saranno intese”.

“Se avessi voluto un accordo lo avrei fatto a suo tempo con l’altra coalizione e non mi sarei imbattuto in questa campagna bellissima ma difficilissima. Vinceremo le elezioni perchè il nostro obiettivo è svecchiare le istituzioni e creare un consiglio totalmente nuovo, fatto di giovani, professionisti, persone perbene e capaci. Il mio non è un progetto di continuità e quindi non posso nemmeno pensare ad un accordo: c’è aria di rinnovamento in città e la gente lo ha capito” conclude Piatto.

In tanto i leader si preparano alla conclusione della campagna elettorale. Il centrodestra di Vincenzo Crimaldi ha schierato ieri Michele Schiano, mentre oggi per Andrea Piatto arriva il capogruppo Pd Mario Casillo. Stasera ci sarà anche la chiusura in piazza Duomo di Tito D’Errico che ha invitato tutti i sostenitori alle 20 per riempire l’area davanti alla Cattedrale. Il centrosinistra di Piatto chiuderà in piazzale Renella col concerto di Enzo Avitabile e Bottari.