CONDIVIDI

J’accuse al comune di Acerra da parte dei pentastellati.   

“Riteniamo vergognoso il sopruso che hanno subito i lavoratori del consorzio “Cub”, i quali sono ostaggio di una politica clientelare basata sul raccattamento di voti a discapito della dignità umana “. Il comunicato del meetup del Movimento Cinque Stelle di Acerra non usa certo mezzi termini circa la vertenza dei lavoratori del Consorzio Unico di Bacino, fatti sgomberare dalla polizia per ordine del sindaco di Acerra. In questi giorni il meetup Cinque Stelle si era occupato di questa situazione organizzando un incontro col gruppo consiliare del M5S  all’interno della Regione Campania, visto che la vertenza scaturisce  da un fallimento lavorativo che non consente da 43 mesi a uomini e donne di percepire uno stipendio e visto che questo grave impasse dipende dalle istituzioni campane ( il Cub è un ente della Regione ). ” La risposta che le istituzioni hanno saputo dare al grido di dolore e aiuto a famiglie private dello stipendio e della dignità è stata la repressione – aggiungono in pentastellati nel comunicato – nessun impegno concreto, solo uno scaricabarile tra le istituzioni regionali e comunali, come se nessuno avesse la responsabilità di uomini, donne e bambini. In tutto ciò il sindaco Raffaele Lettieri ha una responsabilità di primo piano, essendo esso membro della casta comunale dal 1994, essendo esso primo cittadino di Acerra ed essendo esso consigliere della città Metropolitana “. ” Ecco perché – concludono i Cinque Stelle – ancora una volta chiediamo un atto di responsabilità data l’incapacità ad amministrare la città. Nessuno deve rimanere indietro! Acerra è la città di tutti, dai quartieri più periferici al centro storico, dalla famiglia più benestante a quella più indigente, poiché il valore della felicità familiare, del sorriso di un bambino, non si calcola a seconda di spartizione di poltrone ! “.