fbpx
martedì, Novembre 30, 2021

San Vitaliano, opposizione all’attacco : “l’incoerenza degli amministratori”

L’ opposizione contesta su tutti i fronti l’operato dell’amministrazione Falcone tramite manifesto.

Ancora lontano il confronto politico auspicato da entrambe le parti all’indomani delle elezioni. A provarlo, il nuovo manifesto del gruppo consiliare d’opposizione in merito alle scelte della nuova amministrazione. Tra le questioni passate al vaglio della minoranza, scuola e assegnazione degli alloggi popolari, nonché la questione spinosa delle Commissioni, istituite con votazione in pubblica assise lo scorso 11 Settembre.

“ La nuova maggioranza auspica aperture nei confronti dell’Opposizione – si legge nel manifesto – insieme a tolleranza e moderazione, ma ancora nell’ultima seduta del Consiglio Comunale ha votato la composizione delle due Commissioni, Edilizia ed Urbanistica, senza confrontarsi sulla effettiva attualità ed utilità delle stesse, a prescindere dal valore dei tecnici scelti”. Motivo che effettivamente indusse la minoranza ( i consiglieri Pasquale Raimo e Roberta Nardi ), in sede di civico consesso, all’astensione completa dal voto: la scelta convinse l’amministrazione a bloccare, in quella stessa occasione, l’istituzione della Commissione Trasparenza, introdotta dal Consiglio Comunale nel Marzo 2009 e la cui presidenza spetta all’opposizione

“Noi riteniamo – si legge ancora nel manifesto – che il sindaco Falcone deve essere coerente con le scelte da lui stesso operate e non ostacolare o stravolgere il Regolamento ed il percorso di insediamento del presidente e dei componenti ed, in futuro, il corretto funzionamento della commissione sulla trasparenza dell’amministrazione, utilissima per il buon funzionamento della democrazia”.

Ancora sulla questione delle Commissioni, l’opposizione pone l’accento anche sul rinvio di richiesta d’istituzione di un’apposita commissione comunale Casa per realizzare l’assegnazione delle case ex Legge 219 per i cittadini aventi diritto. Ma non solo. Tra le altre responsabilità, l’isola ecologica e il relativo regolamento comunale per la gestione e il funzionamento, approvato lo scorso 11 Settembre nonostante la minoranza abbia chiesto di regolarizzarne il suolo, non essendo ancora a norma.

“Da queste prime battute – dichiara l’opposizione – abbiamo l’impressione che la maggioranza attribuisca importanza ad altre cose e prediliga i metodi spicci visti in azione nelle sedute del Consiglio, dando conferma che sostituisce il dialogo e il confronto delle idee con l’arroganza. Preferiremmo vedere sindaco e giunta al lavoro su qualche concreto progetto educativo, di sviluppo occupazionale, di efficace amministrazione, di sport e tempo libero e attendiamo di sapere con quali formule intendono risolvere qualcuno dei problemi che veramente affliggono la Cittadinanza: scuola, assegnazione degli alloggi popolari, realizzazione di un giusto piano urbanistico comunale, servizi municipali adeguati, il piano per il commercio, tasse pesanti e aria e acqua e suolo malati”.

Ultime notizie
Notizie correate