Home Avvenimenti S.S. 268 .”Sosta della memoria”: “Apriamo gli svincoli di Madonna dell’Arco da...

S.S. 268 .”Sosta della memoria”: “Apriamo gli svincoli di Madonna dell’Arco da e per Napoli”

35
0
CONDIVIDI

L’appuntamento è per sabato sette dicembre. Nel corso dell’incontro a cui parteciperanno tra gli altri Mimmo Iossa e Padre Cataldo, verrà discussa la riapertura degli svincoli di Madonna dell’Arco da e per Napoli.

Un incontro che favorisca la riapertura degli svincoli per e da Madonna dell’Arco – Napoli, la cui chiusura contribuisce a causare il “supertraffico” sulla Ss 268. L’appuntamento con la “Sosta della Memoria”, è per sabato 7 dicembre alle 10, nello spazio terminale dello svincolo sulla SS 268 Vesuvio direzione Madonna dell’Arco Napoli. I due svincoli furono costruiti con tutte le garanzie di sicurezza ANAS e prima ancora di ogni altra costruzione adiacente e posteriore. Inoltre le garanzie Anas, riconosciute pubblicamente, costituirono motivo valido di sicurezza e di tranquillità anche per costruire in
seguito le abitazioni adiacenti e tuttora visibili.

All’incontro interverranno Mimmo Iossa, Tele Anastasia, e Padre Giacinto Cataldo. Nel corso della discussione ci sarà spazio per ringraziare coloro che a livello di viabilità, hanno saputo conciliare
armonicamente le esigenze della 167 e l’uso razionale della Via Larga nel Boschetto con il
traffico locale scorrevole e tuttora funzionale e quanti, tra il quartiere Romani e Pomigliano d’Arco, hanno ottenuto lo svincolo della 162 su Via Romani. Inoltre un elogio particolare andrà anche a coloro che si sono adoperati e ancora si impegnano per il raddoppio della
268/Vesuvio.

Unico neo a livello di viabilità, resta quello del “bene pubblico e inutilizzato”, costituito dai due svincoli chiusi per e da Madonna dell’Arco – Napoli. Come più sopra anticipato, il supertraffico, nel tratto comunale Sant’Anastasia – Madonna dell’Arco, potrebbe essere motivo di ulteriore pericolo sulla 268/Vesuvio. A tal proposito però il Sindaco Carmine Esposito si dice ottimista, e assicura il massimo impegno dell’amministrazione comunale per rendere sicura la 268.

Più critico l’ex sindaco Iervolino Vincenzo, secondo cui “i tempi del raddoppio 268 ormai si stanno rivelando esorbitanti e più lunghi di ogni ragionevole previsione”, anche perchè Luigi Coppola, già Responsabile dei Lavori Pubblici, già nel 2000 espresse “parere favorevole di regolarità tecnica all’uscita esistente della 268 in località Boschetto”.

E’ importante inoltre ricordare che Morello Salvatore ex comandante VV.UU. di Sant’Anastasia, con nota ufficiale del18/XI/1996, Prot. 15945 Ripartizione Polizia Municipale di Sant’Anastasia, aveva già sottolineato come l’apertura sperimentale dello svincolo 268 nel Boschetto, iniziata in data 14/XI/1996, ebbe effetti immediati, benefici evidenti e notoriamente positivi perchè senza incidenti e in pochi giorni fu utilizzato da oltre il 50% del traffico urbano.

Anche perchè, come ricorda Luigi Bifulco, “la riapertura dello svincolo 268 esistente nel Boschetto è stata richiesta plebiscitariamente (995 firme scritte) dagli abitanti di Madonna dell’Arco”. Infine Fabio Fiorito e padre Giacinto Cataldo, collaboratori interassociativi del sabato sera e di altre componenti sociali interessate per il “video degli svincoli esistenti e da aprire” in economia e con procedura di urgenza, ricordano – a conferma e (da non sottovalutare) anche per il rischio Vesuvio, le sollecitazioni autorevoli del Prefetto di Napoli.

L’invito a quella che sarà concepita come una vera e propria “riflessione di famiglia”, è quindi esteso a tutti i cittadini di Sant’Anastasia.
(Fonte foto: Rete internet)