CONDIVIDI

Gli “Amici di Beppe Grillo” si sono riuniti domenica scorsa per sottolineare le difficoltà e i problemi della cittadina. Ospite dell’assemblea il senatore Sergio Puglia.

 Nella domenica delle Palme gli "Amici di Beppe Grillo di Mariglianella", quel gruppo di cittadini che amano la propria terra, si sono riuniti presso piazza Vittorio Veneto per la seconda Assemblea Pubblica.

L’assemblea, innanzitutto, ha illustrato ai presenti, attraverso alcuni interventi degli attivisti del gruppo, cosa fosse il MoVimento 5 Stelle, le modalità di partecipazione diretta dei cittadini alla formazione di idee, progetti e suggerimenti da portare nelle rappresentanze politiche a livello locale e nazionale, per vigilare sulla gestione della cosa pubblica. Ognuno ha evidenziato e sottolineato, la scarsa informazione nei confronti dei cittadini, le difficoltà e i problemi che si vivono nella realtà del Comune di Mariglianella, dando spazio e possibilità di critiche, risposte e/o repliche a tutti. Hanno apportato un prezioso contributo anche alcuni portavoce dei MoVimento 5 Stelle dei paesi limitrofi e non, tra cui Scisciano, Saviano, Castellammare di Stabia, San Giorgio a Cremano, Portici, ecc., testimoniando un nuovo modo di vivere la politica in modo partecipato, informato e trasparente.

Inoltre, l’Assemblea Pubblica ha avuto l’onore e il piacere di ospitare un nostro amico Parlamentare, il cittadino/senatore Sergio Puglia, che ha riportato la situazione generale a livello nazionale, in particolare, ha segnalato agli intervenuti che il MoVimento 5 Stelle non è un partito, che non esistono tessere, direttivi, portavoci unici e neppure "capi"; il MoVimento è semplicemente una opportunità di partecipazione per tutti i cittadini convinti che sia necessario riprendere possesso della politica contro ogni casta dell’oggi e del domani, nell’interesse dei beni comuni e della città.

In particolare è stato sottolineata la distanza netta del MoVimento 5 Stelle da qualunque partito politico, di destra, di sinistra o di centro, ai quali viene imputata la responsabilità di aver portato il paese all’attuale situazione di sfascio politico, economico e sociale. Sottolineando più volte che il Movimento non accetterà mai coalizioni, e non darà mai fiducia ad un governo, che continua incessantemente a dire solo "Balle"!!!

L’assemblea è volta alla fine con il cittadino che senza timore, finalmente chiede, si pone domande e ritorna ad avere un ruolo di primaria centralità nella vita pubblica, oltre che un potere di iniziativa nuovo dando vita a una democrazia partecipata e a processi decisionali inclusivi.
(Fonte foto: Rete Internet)