fbpx
giovedì, Giugno 30, 2022

Focus dei giovani studenti sul “partenariato globale”

Array

L’incontro, che rientra nell’ambito del “Progetto di educazione allo sviluppo: strategie Territoriali per una Sfida Globale”, si è svolto lo scorso 22 maggio 2013, presso l’aula magna del Liceo Mercalli di Napoli.

Tra i risultati attesi del “Progetto di educazione allo sviluppo: strategie Territoriali per una Sfida Globale”, c’era l’acquisizione di uno spirito critico da parte degli studenti partecipanti sulla connessione tra la dimensione locale e globale e l’inclinazione a cambiare i propri atteggiamenti suscettibili di perpetuare la povertà e ostacolare lo sviluppo sostenibile e l’incontro del 22 maggio 2013, presso l’aula magna del Liceo Mercalli di Napoli, sembra proprio la dimostrazione di tale risultato.

Un significativo numero di studenti in rappresentanza delle varie classi che hanno aderito al progetto hanno dato prova di come il percorso progettuale che li ha visti impegnati abbia implementato la costruzione di uno spirito critico e abbia sviluppato un atteggiamento responsabile in riferimento al dibattito ampio e complesso sugli Obiettivo di sviluppo del Millennio.
L’incontro tra gli studenti e Pietro Masina, Professore Associato di Economia Politica Internazionale all’ Università di Napoli L’Orientale, ha prodotto uno spazio di riflessioni acute che il docente ha stimolato nei giovani adolescenti circa la necessità e la possibilità di realizzare il “partenariato globale”.

La sensibilizzazione ai problemi affrontati è stata ben testimoniata sia dagli studenti delle V classi, sia dai giovanissimi partecipanti del biennio che si sono soffermati con arguzia e precisione sulle esperienze positive dal progetto, ma anche sulle criticità che permangono dovute al sistema che continua ad alimentare questi problemi. L’Università l’Orientale, partner del progetto, ha curato l’attività di formazione docenti prevista nell’ambito dell’azione con l’obiettivo di offrire competenze e strumenti per la promozione della cittadinanza mondiale in ambito scolastico.

Durante l’attività di formazione docenti è emersa la necessità di affrontare insieme agli alunni i concetti chiave di sviluppo e diritti, sui quali si basa la promozione della cittadinanza mondiale, da un punto di vista scientifico offerto dall’esperienza dell’Università Orientale in quest’ambito e dalle competenze del prof. Pietro Masina in qualità di direttore scientifico del progetto EaS. Il partenariato tra le LTM e CISS è precedente al progetto EaS e il Mercalli è stata negli anni una delle scuole superiori con cui gli operatori delle due ong hanno maggiormente collaborato.

L’inclusione quindi del Mercalli nel progetto, riferiscono Alessia Agrippa, Raffaella Cirillo e Luisiana Iannuzzi che più degli altri hanno lavorato con gli alunni del liceo scientifico napoletano, è stata una scelta dettata da ragioni di continuità nel lavoro con le scuole del territorio, oltre che di valorizzazione di esperienze pregresse molto positive. Inoltre il Mercalli ha offerto la migliore platea possibile, sia per la collaborazione attiva avuta con i docenti partecipanti al progetto, sia per una naturale propensione dei suoi studenti all’approfondimento delle tematiche affrontate; altro elemento importante è stato che tra le 5 classi coinvolte nei 2 anni di progetto, la maggior parte sono state del triennio (con larga partecipazione di quarte/quinte), quindi ci si è potuti dare l’ulteriore obiettivo di offrire un potenziale orientamento al percorso di studi che tra un po’ buona parte degli studenti dovranno scegliere.

In conclusione di tale biennale lavoro si può senza ombra di dubbio affermare che il gruppo Laici del terzo Mondo, in qualità di ente capofila e i vari enti partner e associati, integrando temi e principi dell’educazione e della cooperazione allo sviluppo, con particolare riferimento agli Obiettivi di sviluppo del Millennio, hanno svolto nelle aule scolastiche una serie di stimolanti attività a misura di adolescente, realizzando un percorso metodologicamente pragmatico e foriero di competenze spendibili, attraverso cui comprendere le difficoltà di vita di chi ogni giorno vive senza acqua, senza assistenza medica o istruzione.

OSSERVATORIO ADOLESCENTI

Ultime notizie
Notizie correate