Home Avvenimenti Festa dei Gigli, Omaggio alle corporazioni e assegnazione del giglio d’oro e...

Festa dei Gigli, Omaggio alle corporazioni e assegnazione del giglio d’oro e d’argento

25
0
CONDIVIDI

In piazza Duomo durante l’ Omaggio alle Corporazioni del sabato pomeriggio, l’amministrazione comunale assegna il giglio d’oro ad una nolana residente all’estero.

Tutto pronto per la grande ballata dei Gigli prevista per oggi, ma già ieri la piazza era gremita di gente per l’ "Omaggio alle Corporazioni" e per la premiazione del Giglio d’ Oro e d’ Argento. Durante la tradizionale sfilata dei Comitati, l’amministrazione ha annunciato la partenza dei Gigli dalla Piazza di oggi pomeriggio alle ore 17:00, e non come previsto alle ore 16:00. La decisione è avvenuta date le previsioni meteo che preannunciano un caldo torrido per tutto il corso della giornata di oggi. Ciò naturalmente condizionerà di conseguenza l’ orario di chiusura della festa.

Dopo l’annuncio, uno ad uno, i comitati si sono esibiti in piazza, ognuno puntando ad un tema preciso ed ognuno col seguito di decine e decine di partecipanti che inneggiavano per la propria paranza: iniziando dall’ Ortolano, seguito dal Salumiere, fino al Beccaio, il Sarto, il Panettiere, il Bettoliere, il Calzolaio ed il Fabbro. Tra una celebrazione e l’altra, l’amministrazione comunale ha dato continuità a due premi nati solo tre anni fa, il Premio Giglio d’ Oro, conferito al nolano che da più tempo risiede in un paese estero e che giunge in città ogni anno in onore di San Paolino, ed il Giglio d’Argento, assegnato al nolano che da più tempo risiede in qualunque città della penisola.

Sono giunte al comune più di dieci candidature per i due premi. Si tratta di uomini e donne nati a Nola, tra gli anni Cinquanta e gli anni Ottanta che sono emigrati dalla Campania e/o dall’ Italia, ma da decenni ritornano nella loro cittadina natìa per omaggiare il loro santo preferito. Ad aggiudicarsi il Premio Giglio d’ Oro un’ americana di origini nolane, residente all’estero dal 10 febbraio 1970.
(Fonte Foto: Rete Internet)