CONDIVIDI

L’assessore Igiene e Sanità, Nunzia Miaone: “La chiusura è un atto inevitabile viste le mancanti autorizzazione per il suo regolare funzionamento. Ci stiamo adoperando senza sosta, per riaprirla nel più breve tempo possibile”.

 Con ordinanza sindacale n. 18 del 6 settembre 2013 l’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giosy Romano è stata costretta a disporre la chiusura dell’isola ecologica. Una chiusura ordinata essendo mancanti le necessarie autorizzazioni per il funzionamento del sito.

Nel contempo, l’amministrazione ha già provveduto ad apportare le procedure per una veloce riapertura della stessa, non appena acquisite dalle autorità competenti le predette autorizzazioni di legge, cercando così di limitare il più possibile nel tempo il disagio arrecato alla cittadinanza. Un provvedimento dovuto e messo prontamente in atto, dopo aver riscontrato alcune inadempienze da parte della precedente amministrazione nella gestione dell’isola ecologica.

L’assessore Igiene e Sanità, Dott.ssa Nunzia Maione: “Chiudere temporaneamente l’isola ecologica è stato un gesto inevitabile. La sua esistenza attualmente è priva di fondamenti giuridici. Ci stiamo adoperando senza sosta per riaprire nel più breve tempo possibile, sempre e soltanto rispettando le leggi vigenti”.
(Fonte foto: Ufficio Stampa e Comunicazione del Comune di Brusciano)