CONDIVIDI
Il Generale di Brigata dei Carabinieri Canio Giuseppe La Gala, comandante provinciale dei Carabinieri

“Da sempre i Carabinieri sono particolarmente vicini alle vittime delle violenze di genere. Si tratta di un fenomeno tristemente diffuso, esasperato sensibilmente durante la convivenza forzata, imposta dal recente lockdown. La nostra attività preventiva e repressiva vuole invertire questa rotta, riportando le vittime alla consapevolezza di non essere sole o abbandonate. È per questo che ribadisco con forza che le vessazioni, le umiliazioni non vanno tollerate ma denunciate, o semplicemente riferite a un carabiniere che provvederà a dare i giusti consigli per evitare tragedie”.

Lo afferma Il generale Canio Giuseppe La Gala, comandante provinciale dei Carabinieri di Napoli, commentando i dati dell’attività contro la violenza di genere svolta dal 30 giugno ad oggi: 26 gli arresti, 8 le persone denunciate e 41 le querele di donne raccolte dai militari nel capoluogo e nei comuni dell’hinterland.

(foto ANSA Campania)