Home Comunicati Stampa UICI Sant’Anastasia, l’iniziativa “Adotta un libro tattile” per i bambini con minorazione...

UICI Sant’Anastasia, l’iniziativa “Adotta un libro tattile” per i bambini con minorazione visiva

CONDIVIDI

Riceviamo da UICI Sant’Anastasia e pubblichiamo.

“Adotta un libro tattile”

Da oggi parte una nuova iniziativa della nostra rappresentanza UICI di Sant’Anastasia, “Adotta un libro tattile”. L’iniziativa si rivolge ai bambini con minorazione visiva per dare loro sostegno e facilitare la conoscenza “con creatività e divertimento”. Importantissima è la finalità educativa, infatti attraverso l’utilizzo della scrittura in nero e in braille si incentiverà il bambino cieco alla buona abitudine della lettura in braille. Inoltre, attraverso l’utilizzo di materiale di riciclo per la realizzazione del libro, si trasmetterà al bambino l’importanza della tutela dell’ambiente. Chiunque potrà cimentarsi nella realizzazione di un libro tattile, seguendo tutte le istruzioni contenute nel comunicato, per poi donarlo e metterlo a disposizione  dei bambini all’interno delle scuole.

In seguito si terrà una premiazione in cui una giuria sceglierà i tre elaborati più significativi e più belli. Si garantisce il supporto della nostra associazione per qualsiasi problema o aiuto nella realizzazione del progetto (ad esempio nella stesura in braille).

Per chi fosse interessato o per info contattare i numeri:  3346048850 +39 342 0608889 o scrivere una mail a [email protected]
Grazie per la vostra partecipazione!

Consigli utili:

  1. Riguardo la forma e la dimensione dei libri tattili, devono risultare solidi e maneggevoli, così da poter essere esplorati facilmente e letti senza difficoltà dai bambini.
  2. Riguardo il testo, deve essere ben leggibile (buoni contrasti cromatici per gli ipovedenti e minimo corpo tipografico 16) e con un’ortografia corretta. Al testo tipografico deve corrispondere sulla medesima pagina anche il testo in caratteri Braille.
  3. Le illustrazioni tattili non devono essere numericamente superiori a 12.
  4. Le principali materie prime usate per realizzare i libri tattili sono la carta, la stoffa e il filo e comunque non vi sono restrizioni circa l’utilizzo dei materiali tattili impiegati nelle illustrazioni, purché essi non presentino evidenti pericolosità. Non è consigliabile, ad esempio, produrre libri che presentino specchi, vetri, lame e altri materiali taglienti o tossici.
  5. Riguardo la tecnica di rilegatura, non deve impedire l’apertura totale delle pagine sul piano di lettura, così da facilitare l’esplorazione aptica [“tattile”, N.d.R.] delle immagini e del testo.