CONDIVIDI
Anfore romane sequestrate in abitazione indagato a Torre del Greco. Napoli 2.11.2019

Due anfore romane risalenti al III e IV secolo a.C. del valore di parecchie decine di migliaia di euro, sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza di Torre Annunziata durante una perquisizione a casa di un commerciante di mitili di Torre del Greco  finito nel mirino degli investigatori per un debito con l’ Erario da 320mila euro. L’imprenditore aveva accumulato il debito in 7 anni, durante i quali ha ricevuto ben 10 cartelle esattoriali mai pagate. Per sottrarsi al fisco ha venduto sottocosto un immobile da 700 mila euro a Torre del Greco, per appena 250mila euro. I finanzieri coordinati dal colonnello Agostino Tortora e dal facente funzione di procuratore di Torre Annunziata Pierpaolo Filippelli, dopo aver trovato in rosso i conti correnti dell’ imprenditore, hanno deciso di perquisire la sua abitazione. Qui hanno trovato e sequestrato oro, qualche migliaia di euro in contanti, un’anfora betica, dell’antica Gibilterra, ed un’anfora greco-italica di provenienza sicula.