CONDIVIDI

Poco da dire sulla partita con il Torino, il Napoli continua il suo sorprendente cammino dopo i disastri di inizio anno. Il Torino è la nuova vittima.

 

 

 

Poco da dire, un buon Napoli, anche se in calo nel finale del primo tempo. Il primo gol parte da uno di quelli non proprio amatissimi, il gol è di Bakayoko, che gol gentile dalla distanza. Osimhen recupera palla e scappa via più veloce del vento, è il gol del raddoppio. Peccato aver sprecato troppo. Sembra che ogni tanto si mandino anche a quel paese, perché qualcuno è un po’ troppo egoista. Voglio percepire questi gesti come segnale della voglia di riscatto, dopo un’altra stagione dannata. Il Napoli centra anche due pali, nel primo tempo con Zielinski e nel secondo con Insigne. Ci mette il piedino anche Meret. Troppo facile, potevano essere 20 i gol, ma il Napoli vince solo 0 – 2.

Il Napoli è una squadra che lotta, gli azzurri attaccano la palla. La narrativa corrente è cambiata, sembra tutto più sereno, il presidente twitta felice, gli azzurri agguantano la Vecchia Signora e il Diavolo rossonero al terzo posto, la Champions è alle porte. E’ una situazione insperata, godetevela, provate a resistere e a conquistare la qualificazione, poi chi vivrà vedrà.