Tamponi al personale scolastico, a Marigliano uno dei checkpoint territoriali individuati dalla Regione Campania

0
179

Come annunciato dal governatore Vincenzo De Luca, a partire da martedì 9 giugno e per l’intera settimana anche a Marigliano si è svolta l’iniziativa che rientra nell’ambito del progetto Campania Sicura e prevede tamponi per i docenti e il personale ATA prossimamente impegnati con gli esami di stato.

“Vogliamo rendere tranquilla la nostra comunità scolastica – aveva sottolineato l’assessore regionale all’Istruzione, Politiche Sociali e Giovanili Lucia Fortini – Questo primo screening, che riguarda circa 27mila soggetti in Campania, è il primo banco di prova per l’inizio della scuola a settembre, quando partirà anche la campagna di vaccinazione gratuita per la normale influenza per bambini ed anziani”. Il personale scolastico coinvolto negli esami di maturità 2020 (le commissioni si riuniscono lunedì 15 giugno e si inizia poi il 17) ha potuto effettuare il tampone su base volontaria, semplicemente recandosi presso i checkpoint territoriali delle cinque province campane, tra i quali c’è anche la città di Marigliano.

Come comunicato anche dal sindaco Carpino nel corso della consueta diretta di aggiornamento, in sinergia con la Regione è stato individuato il Centro Socioculturale, ex chalet della villa comunale oggi riconvertito in biblioteca/aula studio (e sportello GORI): “Non ci sono nuovi casi in città e intanto il nostro comune è stato scelto come centro di riferimento dell’intero territorio provinciale interno (Napoli 3, sezione 1, ndr), per contribuire all’importante iniziativa dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. Viene premiata la bontà della nostra organizzazione e dei servizi che riusciamo a offrire alla comunità, anche e soprattutto grazie all’aiuto delle associazioni di volontariato”.

L’espletamento della procedura in città, che coinvolge circa mille persone in arrivo anche dai comuni limitrofi, si concluderà necessariamente entro e non oltre le ore 18 di oggi e prevede l’effettuazione facoltativa di tamponi nasofaringei, i cui risultati verranno comunicati nelle successive 48 ore.