CONDIVIDI

Maurizio De Franchis, in arte Rio, torna alla ribalta con un nuovo progetto discografico. Si tratta di  undici canzoni in inglese scritte, cantate, suonate e arrangiate dall’artista, il cui filo conduttore è l’amore.

 

E’ in uscita, il 7 giugno sulle piattaforme di streaming, State of Mind, il disco solista di Rio, nome d’arte del napoletano Maurizio De Franchis.
De Franchis è da attivo sulla scena musicale italiana sin dalla sua prima band, i Bandanà, per poi approdare al gruppo Sold Out di cui è stato stato autore e cantante e proseguire la sua carriera collaborando tra gli altri artisti con Tony Esposito e Gianni Bella.
State of mind è il nuovo progetto discografico di Rio, registrato nel 2019 contiene undici canzoni in inglese scritte, cantate, suonate e arrangiate dall’artista, il cui filo conduttore è l’amore. “A molti risulta facile parlare di sé, ma per me non è così – racconta l’artista – ho voluto realizzare il progetto State of mind, perché, nel periodo in cui tutto ha avuto inizio, ero particolarmente ispirato. La fonte dalla quale ho attinto è stata quella dell’amore, che secondo il mio punto di vista è la sola medicina in grado di debellare ogni genere di male. Ed è sempre l’amore, questa volta per la musica, il sentimento che mi ha fatto compagnia nel periodo intenso delle registrazioni dell’album insieme a grandi amici professionisti che hanno collaborato con la loro arte alla realizzazione in studio dei brani”.