CONDIVIDI
Sosta selvaggia al Casamale

Dopo lo stop per l’emergenza Covid 19, la ripartenza presenta le stesse criticità della scorsa estate. Da Palazzo Torino fanno sapere che presto sarà ripristinata la zona a traffico limitato. 

Si sperava che dopo la paura e la chiusura dovuta al Covid 19, molte vecchie  e cattive abitudini si perdessero e si sperava anche che molti si ravvedessero e imparassero ad essere più civili,  più attenti, più responsabili.  Con il “rompete le righe”, però, gli incivili sono rimasti tali e anzi in alcuni contesti sono addirittura peggiorati. Chi sporcava  e imbrattava i luoghi pubblici continua a farlo,  chi era abituato a schiamazzi e soste selvagge continua a farlo. In barba alle disposizioni del Dpcm anti Covid 19, il primo weekend al Casamale, meta preferita dai giovani, ha mostrato le criticità di sempre. Nel periodo del lock-down è stata sospesa la ztl e  il controllo, ovviamente, non c’è stato. Nonostante il bar Febbraro abbia attivato tutti i dispositivi di distanziamento e anti contagio nel rispetto della legge, si sono comunque creati assembramenti  sulla piazzetta Collegiata. I gestori del bar,  sulla loro pagina Facebook ci hanno tenuto a sottolineare “Si comunica alla spett.le clientela che l’orario di chiusura del Bar Febbraro sarà alle ore 23:00. Si declina ogni responsabilità di possibili assembramenti nell’area circostante” . E gli assembramenti ci sono stati eccome. Assembramenti di pochi giovani e di tanti altri, molti senza mascherine o con dispositivi di protezione non indossati correttamente. Non solo. Sembra tornata la vecchia abitudine di  sfrecciare con le auto lungo i vicoli del borgo così come quella della sosta selvaggia davanti a portoni, abitazioni, piccole botteghe e addirittura al centro della strada! Sabato scorso una ragazza, che stava camminando a piedi,  aveva invitato un automobilista a rallentare e  per tutta risposta è stata aggredita e malmenata. Solo l’intervento di due residenti ha scongiurato il peggio. Dunque, le risse facili. Gli schiamazzi, l’inciviltà, la maleducazione imperante dei soliti soggetti. Un vecchio copione. I residenti temono di essere ricaduti nell’incubo delle scorse estati e chiedono a gran voce che si intervenga subito,che si installino telecamere lungo tutto il borgo, che si ripristini la Ztl, che ci sia il dovuto controllo, che sia dia la possibilità a chi ha investito nell’aprire botteghe e locali  di poter lavorare in modo sereno.  “Entro la metà di giugno – ha assicurato il sindaco- ripristineremo al Ztl al Casamale. Stiamo lavorando per rendere il nostro centro storico sempre più sicuro e fruibile a tutti”.