CONDIVIDI

Salvatore Di Sarno, primo cittadino di Somma Vesuviana, annuncia maggiore rigidità per contenere i contagi da Covid-19, in rapida ascesa nei comuni limitrofi, a cominciare da Ottaviano.

Riceviamo dal Comune di Somma Vesuviana e pubblichiamo.

“Obbligatoria la mascherina al chiuso, sempre! Tassativamente vietato entrare in tutti i luoghi chiusi senza la mascherina. Si raccomanda comunque di usarla anche all’aperto soprattutto quando non c’è distanza, di igienizzare sempre le mani. Il Coronavirus c’è e dobbiamo stare attenti. Tutti coloro i quali giungono da qualsiasi Paese straniero devono restare in quarantena. Vietati tutti gli assembramenti, in particolare fuori ai bar e locali” ha ribadito Di Sarno.

“La situazione che sta maturando in queste ore in Campania induce tutti ad essere rigidi nel rispetto delle norme. Dobbiamo indossare le mascherine, bene ha fatto il sindaco di Ottaviano a ripristinare l’uso obbligatorio delle mascherine all’aria aperta. Sarò costretto anche io ad adottare norme stringenti qualora in città, nei bar, nei luoghi chiusi ed anche all’aperto con assembramenti, non dovessero essere rispettate le normative di sicurezza. Chiunque dovesse provenire da qualsiasi Paese straniero deve rispettare la quarantena e dobbiamo segnalare il tutto alle autorità sanitarie territoriali. L’appello è chiaro ed è rivolto a tutti: usiamo il più possibile le mascherine anche all’aperto, obbligatorie in caso di assembramenti o in condizioni in cui il distanziamento non c’è. Tutti i negozianti e gli operatori sono tenuti al rispetto chiaro delle norme e dunque nessuno, ribadisco nessuno, può entrare nei negozi, nei bar, in tutti i luoghi chiusi senza indossare la mascherina e senza igienizzare le mani”, ha concluso il sindaco.