CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio stampa del Comune di Somma Vesuviana.

 

D’Avino (Assessore Politiche Sociali): “Non lasciamo soli gli anziani durante l’anno ed anche in questo periodo. Abbiamo attivo il Telesoccorso, grazie al sostegno economico della Chiesa Evangelica Luterana con operatori in continuo contatto con anziani e persone con disabilità”.

Vitiello (Vice Presidente Chiesa Luterana in Italia): “Crediamo in questi progetti. Abbiamo destinato 125.000 euro provenienti dall’8 per mille. Grazie al Telesoccorso gli anziani e le persone con disabilità sono e saranno meno soli”.

Marrazzo (Dirigente Affari Sociali): “Telesoccorso mai sospeso anzi ancora più importante in questo periodo di pandemia ed in particolare in questi giorni”.

“Non lasciamo soli gli anziani e le persone con disabilità a Natale. Come Amministrazione Comunale abbiamo istituito il Telesoccorso, grazie al sostegno economico della Chiesa Evangelica Luterana. Abbiamo organizzato una cabina di regia, dunque una centrale operativa, presso il plesso periferico Fiordaliso dove degli operatori si interfacciano telefonicamente con gli anziani oppure in caso di necessità e nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria cercano di fornire assistenza anche domiciliare. Ugualmente anche per le persone con disabilità”. Lo ha affermato Sergio D’Avino, Assessore alle Politiche Sociali di Somma Vesuviana.

“La Chiesa Luterana ha destinato 125.000 euro provenienti dall’otto per mille in favore del Telesoccorso sul territorio di Somma Vesuviana. Si tratta di un progetto davvero importante – ha dichiarato Cordelia  Vitiello, Vice Presidente del Concistoro della Chiesa Evangelica Luterana in Italia, Consigliere della Federazione Luterana Mondiale  e  Presidente della Fondazione Evangelica Betania   – perché ha dato la possibilità agli anziani e alle persone con disabilità di sentirsi meno soli durante la pandemia. Siamo felici di poter continuare anche in futuro a dare sostegno ed opportunità così come fatto ad Ercolano e a Torre del Greco contribuendo a progetti importanti su ambiente e scuola”.

Ma ecco come funziona:

“Abbiamo fatto un avviso pubblico e gli anziani e i disabili hanno aderito con un’istanza. E’ un servizio che parte da una centrale operativa collegata ad una rete formata da apparecchi dislocati nelle abitazioni di queste persone in modo tale che si possa dare loro una risposta in qualsiasi momento – ha affermato Iolanda Marrazzo, Dirigente dell’Ufficio Affari Sociali del Comune di Somma Vesuviana –  ed avere un contatto continuo. Questo servizio parte per dare supporto ad anziani e disabili che vivono in zone periferiche, tanto è vero che anche la stessa sede operativa è in periferia ma si è rilevato ancora più importante in questo periodo di pandemia. Il Telesoccorso non è stato mai sospeso e non abbiamo mai interrotto il dialogo tra operatori e cittadini. Non lasciamo soli gli anziani e non lasciamo soli i disabili”.