CONDIVIDI

No Banner to display

È una situazione estremamente preoccupante quella che riguarda Rione Triste. È da mesi che dei ladri stanno tentando di entrare in diverse case a qualsiasi ora in alcune zone del quartiere, nello specifico via Pigno, via Colle, Malatesta e via  Macedonia.

 

 

La maggior parte di queste tentate irruzioni e rapine sono avvenute perlopiù di sera mentre tante persone erano tranquillamente sedute fuori i propri terrazzi a godersi le ore più fresche della giornata. I ladri, noncuranti della presenza delle persone che erano lì a vedere queste scene, sono saliti su diversi balconi per provare ad entrare nelle case e portare a termine le rapine. Non solo di sera, si sono presentati anche di notte e hanno tentato di forzare diversi portoni ed è solo grazie agli animali domestici di alcuni proprietari, i quali hanno iniziato ad agitarsi, ad abbaiare e ringhiare allertando i padroni, che i ladri sono stati costretti a rinunciare.

Come se non bastasse, vi è stata una tentata rapina anche in pieno giorno e, approfittando dell’assenza dei proprietari di casa, i ladri hanno addirittura provato a segare un cancello di ferro per entrare e fare piazza pulita.
Una situazione davvero preoccupante per i residenti di Rione Trieste che  stanno vivendo  questi giorni d’estate con estrema ansia e angoscia.

Purtroppo però, nonostante la paura sia già tanta vi è un altro sentimento che emerge,  la rabbia nei confronti delle forze dell’ordine che più volte sono state allertate senza successo. “Nessuno fa nulla-dicono alcuni residenti- quando chiamiamo le forze dell’ordine spesso  dicono di non avere auto per venire sul posto. Cosa dobbiamo fare, proteggerci da soli e rischiare di farci male perché chi dovrebbe difendere i cittadini non ha i mezzi per farlo? Siamo alla mercé di questi criminali che entrano nelle nostre case infischiandosene della nostra presenza, non hanno paura di nulla, ovviamente  non venendo puniti continuano a fare tutto ciò che vogliono. Questo non è un vivere in una società civile. Ci auguriamo che il primo cittadino ascolti il nostro appello e che provveda, visto che le risorse sono poche e il territorio è vasto, a chiedere un potenziamento delle forze dell’ordine.”

(fonte foto: rete internet)