CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo dal Comune di Somma Vesuviana

 

Erano destinati allo smaltimento – Associazione “Cani di Somma” trasforma tubature in vetroresina di dispenser di cibo e acqua per cani randagi. Da oggi via a contenitori e ciotole, ma si a crocchette ed acqua in appositi dispenser riservati a quello che forse è l’amico più fedele dell’uomo!

Perna (Ass. al Randagismo): “Installati dispenser di cibo e acqua per cani randagi. Oggi a Somma l’inizio di una nuova mentalità. C’è l’aspetto ecologico in quanto dimostriamo il come si possa dare vita ad un rifiuto, c’è l’aspetto civile in quanto togliamo ciotole e ciotoline, c’è l’aspetto sociale perché abbiamo il coinvolgimento del volontariato. A breve arriverà anche il Garante degli animali”.

Di Prisco (referente Ass. “Cani di Somma”): “Abbiamo trasformato tubature in vetroresina destinate allo smaltimento in distributori di cibo e di acqua per i cani randagi del nostro paese. Li abbiamo donati alla città e domani li installeremo in via sperimentale”.

Di Sarno: “Mondo del volontariato fondamentale per la qualità della vita di un paese”. L’obiettivo è evitare che cani randagi possano rovistare nei cestini o nelle buste, sporcando spesso marciapiedi e strade. Alla base però c’è anche il rapporto con l’amico fedele dell’uomo che in questo periodo di pandemia ha aiutato non poco le persone fornendo anche un supporto psicologico”.

“Questa mattina abbiamo dato vita ad una svolta di civiltà a Somma Vesuviana. Installati in ben 6 punti diversi della città di Somma Vesuviana, dispenser di cibo e acqua per i cani randagi. Quelli che erano tubi dismessi delle caditoie sono stati trasformati dunque in questi dispenser donati alla città dall’Associazione “Cani di Somma”.  Questi dispenser speriamo che introducano una nuova mentalità nel nostro paese, una pacifica convivenza tra animali e persone. Una svolta ecologica perché attraverso materiale riciclato noi riusciamo a dare vita a quello che una volta era un rifiuto trasformandolo in utilità per il paese. Eliminiamo per le strade ciotole e ciotoline che erano lungo le strade ed ora anche i cani randagi potranno avere cibo senza sporcare marciapiedi e strade. Diamo la possibilità a quelle persone che avevano già questa sensibilità di continuare ad aiutare gli animali. Saranno in alcuni casi gli stessi commercianti a mettere crocchette ed acqua ma lo potranno fare anche i cittadini comuni. Ringrazio per la grande disponibilità e sensibilità anche il Comando dei Vigili Urbani guidato da Claudio Russo e l’Assessore alla Polizia Municipale, collega di giunta, Sergio D’Avino. Si tratta ovviamente di postazioni sorvegliate con l’assistenza di appositi volontari ed in alcuni casi anche video – sorvegliate.  Cari cani randagi anche per voi, da oggi, a Somma Vesuviana, c’è la possibilità di trovare cibo ed acqua senza sporcare le strade e girare di continuo. Ed a breve gli animali, tutti gli animali, avranno anche il loro Garante, la cui figura a Somma Vesuviana è prevista dal regolamento approvato di recente. Un gesto di umanità ma allo stesso tempo di grande utilità per il Comune”. Lo ha affermato Rosalinda Perna, Assessore al randagismo del Comune di Somma Vesuviana nel napoletano.

Anche il cittadino comune potrà mettere cibo ed acqua. “Dispenser fatti per dare la possibilità ai cani randagi che girano per il paese di cibarsi. Un cane che riesce a cibarsi è un animale sicuro, sano e dunque a vantaggio della comunità. In giro per il paese si vedevano ciotole e contenitori. In modo ecologico abbiamo rivalutato delle tubature in vetroresina destinate allo smaltimento e le abbiamo trasformate in dispenser di cibo e di acqua, donandoli ai cani randagi di Somma Vesuviana. Domani inizieremo in via sperimentale, installandoli in ben 6 punti diversi della città. In questo periodo di Covid – ha dichiarato Mariarosaria Di Prisco, referente dell’associazione “Cani di Somma” –  il prendersi cura di animali e non solo di cani ha rappresentato un supporto psicologico fondamentale per le persone. Ci sono persone che spesso danno del cibo o vogliono dare del cibo ai cani e non hanno un punto esatto dove metterlo. Da domani avranno a Somma Vesuviana ben 6 dispenser”.

Anche il cittadino comune potrà mettere cibo ed acqua. Una spinta di civiltà che arriva con il coinvolgimento del volontariato.

“Noi vogliamo una Somma Vesuviana moderna, civile. Non finirò mai di ringraziare i volontari del territorio che lavorano con passione ed amore su più fronti per fare in modo che il nostro paese abbia una buona qualità di vita –  ha commentato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana –  grazie a tutti i volontari perché riescono con il loro sacrificio a darci una mano davvero importante”.