CONDIVIDI

Questa mattina il sindaco Salvatore Di Sarno, con un post pubblicato sulla pagina Facebook istituzionale, ha annunciato che la città vesuviana potrà fregiarsi per il prossimo biennio della qualifica di “Città che legge”.

Un riconoscimento targato Cepell, il Centro per il libro e la lettura che d’intesa con Anci e Mibac intende promuovere e valorizzare con la qualifica di Città che legge ogni amministrazione comunale che si impegni a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio. Infatti, attraverso la qualifica di “Città che legge” si intende riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale delle comunità urbane attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

“Ringrazio l’ex assessore avv. Floriana Pirozzi, per aver contribuito, in sinergia con le Istituzioni scolastiche, con la Biblioteca Comunale e con le librerie del territorio al raggiungimento di questo grande risultato che sarà un nuovo fattore di crescita culturale, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva” ha scritto il primo cittadino, rallegrandosi del risultato con la comunità.