CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo dall’ufficio stampa del Comune di Somma Vesuviana

 

Di Sarno: “Oggi rientrati in presenza gli studenti delle medie. Abbiamo messo in campo il servizio di controllo esterno coinvolgendo coloro i quali usufruiscono del reddito di cittadinanza in collaborazione con Polizia Municipale. In questo modo abbiamo avuto una migliore distribuzione del controllo sul territorio sommese.

La situazione epidemiologica presente al momento sul territorio di Somma Vesuviana non giustifica la chiusura delle scuole. A scuola i rischi non sono maggiori rispetto alla piazza e al contagio che potrebbe benissimo verificarsi anche in altri ambienti chiusi”.

Piccolo (Preside scuola Media): “Abbiamo sanificato gli ambienti anche durante il periodo natalizio. Certo, c’è tanto disorientamento ma nel rispetto del distanziamento comunque l’anno scolastico deve essere avviato”.

“I rientri in presenza alle medie sono andati, al momento, bene. Non si sono registrati assembramenti all’esterno. La Task Force sta facendo rete tra dirigenti scolastici, medici e genitori. La situazione epidemiologica presente al momento sul territorio di Somma Vesuviana non giustifica la chiusura delle scuole. In questo momento abbiamo 77 positivi attivi, due mesi fa ne avevamo più di 800 ed una media giornaliera di 7 positivi, due mesi fa avevamo anche 50 positivi al giorno. E’ una curva stabile ma che ovviamente potrebbe ritornare a crescere. La didattica in presenza è fondamentale per i nostri ragazzi, rappresenta un pezzo di normalità. Monitoreremo comunque l’evolversi della situazione in modo costante, comprendo anche la preoccupazione di alcuni genitori ma a scuola i rischi non sono maggiori rispetto alla piazza e al contagio che potrebbe benissimo verificarsi anche in altri ambienti chiusi.  La task – force sarà formata da tutti i Dirigenti Scolastici, i Presidenti dei Consigli di Istituto, il Coordinatore dei medici di medicina di base, il coordinatore dei pediatri di libera scelta, dai rappresentanti dell’Associazione Nazionale dei Genitori presente in Campania e riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, al fine di interagire sulla situazione epidemiologica locale”.  Lo ha dichiarato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano.

Commosso il Preside Ernesto Piccolo della Scuola Media Statale San Giovanni Bosco.

“Il rientro dei ragazzi è stato per noi un momento particolare, come se fosse stato l’inizio dell’Anno Scolastico. Certo c’è tanto disorientamento – ha commentato Piccolo – e c’è tanta sofferenza ma nel rispetto del distanziamento comunque l’anno scolastico deve essere avviato. Non è semplice ma deve esserci la collaborazione di tutti. Siamo riusciti a garantire la didattica in presenza all’85% nel pieno rispetto delle norme di sicurezza. Per le prime avremo la didattica in presenza al 100%”.

Piena sinergia con i dirigenti scolastici per garantire al meglio il rientro in presenza.

“Vorrei sottolineare il grande lavoro di tutti i dirigenti scolastici e del corpo docente con i quali c’è piena sinergia ed stiamo condividendo ogni passo. Da Assessore e da genitore – ha dichiarato Stefano Prisco, Assessore alla Pubblica Istruzione –  porgo ai nostri ragazzi i più affettuosi auguri di buon rientro. A scuola si formano le nuove generazioni e il futuro di una Nazione!”.

Della Task Force è parte anche l’Assessore all’Edilizia Scolastica.

“Il futuro dell’Italia è nella buona scuola anche dal punto di vista infrastrutturale e stiamo lavorando affinché a Somma Vesuviana possa accadere. Avremo una scuola nuova in località Santa Maria del Pozzo, avremo anche un parco scolastico nuovo con aule nuove – ha affermato Salvatore Esposito, Assessore all’Edilizia Scolastica –  ed a breve partiranno le ristrutturazioni praticamente in tutti i plessi scolastici. Più di 10.000.000 di euro saranno per le scuole di Somma Vesuviana con progetti davvero di grande qualità. Quello della scuola nuova che sorgerà ad esempio in località Santa Maria del Pozzo è risultato sesto nella graduatoria campana”.