CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo dall’ufficio stampa del Comune di Somma Vesuviana.

 

Di Sarno (Somma Vesuviana): “Oggi registriamo 41 nuovi positivi ma anche 19 guariti. Fino al 13 Novembre chiusura del Cimitero, sospensione delle attività in tutti i circoli ludici e ricreativi, sospensione fino a data da destinarsi di tutte le attività didattiche in presenza ed in tutte le scuole di ogni ordine e grado. Sospensione del mercato settimanale. Divieto di aggregazione all’aria aperta e al chiuso. In un recente confronto con altri sindaci ho espresso parere contrario alla trasformazione dell’Ospedale di Nola in Covid Center”.

“Oggi abbiamo 41 positivi e 19 guariti. Le persone in sorveglianza sanitaria scendono a 300 mentre i positivi attivi sono 329 ed il totale dei casi, dunque dei positivi dall’inizio della pandemia, supera i 500. Esprimo parere contrario alla trasformazione dell’Ospedale di Nola in Covid Center, in quanto preoccupato anche per quei cittadini che hanno altre problematiche di salute”.  Lo ha annunciato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana, nel napoletano.

“Chiedo l’istituzione a Somma Vesuviana di un presidio fisso dell’Unità Speciale di Continuità Assistenziale e presenza di Forze dell’Ordine sul territorio in aggiunta alla Polizia Municipale che sta già operando in modo egregio. Fino al 13 Novembre divieto di ogni forma di aggregazione e o riunioni, al chiuso e all’aperto – ha continuato Di Sarno –  anche connesse ad eventi celebrativi, che si svolgano in forma di corteo e comunque non in forma statica. Le stesse saranno limitate a familiari stretti. L’ordinanza da subito in vigore prevede anche la chiusura del Cimitero salvo apertura per operazioni indifferibili come la tumulazione dei defunti. Sospensione di tutte le attività didattiche in presenza per le scuole di ogni ordine e grado. Sospensione del mercato settimanale e chiusura e divieto assoluto di accesso a parchi e giardini pubblici. Inoltre sospensione delle attività di circoli ludici e ricreativi”.

Limitare le uscite.

“Chiedo alla popolazione di limitare le uscite solo a ciò che è necessario, di indossare le mascherine, igienizzare le mani e farlo soprattutto agli ingressi e alle uscite, non affollare i negozi e gli ambienti, mantenere il distanziamento. Agli operatori, ai commercianti ricordo l’importanza di esporre all’esterno cartelli informativi – ha concluso Di Sarno – e di allestire i percorsi pedonali per il distanziamento fisico ed installare gli igienizzanti agli ingressi ed alle uscite e rispettare rigorosamente le norme. Tolleranza zero nei confronti di tutti cittadini che non rispetteranno le norme di sicurezza sanitaria. Ne usciamo solo con la collaborazione di tutti. Rinnovo un forte e chiaro appello a tutti coloro i quali sono positivi, a coloro i quali sono in isolamento ed ai familiari conviventi a non uscire di casa per nessuna ragione”.