CONDIVIDI
comune di somma vesuviana

Dal Comune di Somma Vesuviana riceviamo e pubblichiamo.

Salvatore Di Sarno (sindaco di Somma): “Potenziamento del patrimonio scolastico che è già iniziato, realizzazione del Centro Servizi per la Famiglia, piani formativi per introdurre i giovani nel mercato del lavoro, creazione di una Cabina di Regia per la realizzazione di Progetti finanziati dalla Comunità Europea in particolare sul turismo, abbassamento della pressione fiscale sui contribuenti in regola, lotta all’evasione, Consulta permanente sulle problematiche dei giovani, sviluppo di progetti sociali per una società inclusiva, realizzazione di spazi per lo sport. Azioni serrate e forti a tutela del Patrimonio naturalistico del paese, rilancio dei siti di interesse culturale come Castello, Villa Augustea, Borgo Antico”.

 

“Approvato dalla Giunta Comunale il Piano delle Performance 2020 – 2023. Le finalità ed i principi di tale Piano sono quelle di migliorare la qualità dei servizi sul territorio di Somma Vesuviana. Il Piano prevede: pareggio di bilancio, riduzione e contenimento delle spese pubbliche, implementazione della raccolta differenziata, bonifica dei siti pubblici, costituzione di una cabina di regia al fine di puntare ai finanziamenti europei in tutti i settori, in particolare cultura e turismo, riqualificazione del Centro Storico, potenziamento e miglioramento del patrimonio scolastico, realizzazione di un Centro Servizi per la famiglia, di una Consulta permanente per le problematiche dei giovani, massima valorizzazione delle tradizioni culturali del territorio. Il Piano prevede la Campagna di Ascolto del Cittadino con il supporto di esperti con i quali affrontare le varie problematiche”.  Lo ha  annunciato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano.

Famiglia – giovani – anziani – persone con disabilità e territorio.

“Le linee strategiche del piano si baseranno su: famiglia, anziani e persone con disabilità, giovani, volontariato, sicurezza, scuola, cultura, sport, urbanistica, territorio, ambiente, agricoltura. E’ stata fatta un’analisi dettagliata sulla popolazione, sull’evoluzione del territorio con dati che divulgheremo nei prossimi giorni. Il Piano triennale prevede il raggiungimento di equità fiscale – ha continuato Di Sarno  – e riduzione delle spese della Pubblica Amministrazione. Gli obiettivi essenziali sono: riduzione della pressione fiscale su cittadini e contribuenti ma lotta costante all’evasione. Per la famiglia prevediamo l’Istituzione di un Centro Servizi, l’incremento delle agevolazioni per le fasce deboli, un’analisi dettagliata di quelle che sono le problematiche della cittadinanza. L’Istituzione del Centro Servizi per la famiglia sarà finalizzata ad offrire alle famiglie servizi di supporto, informativi e di orientamento. Per quanto riguarda le fasce deboli ed in particolare i giovani il piano prevede azioni in campo formativo per favorire livelli ottimali d’istruzione. Inoltre organizzeremo incontri periodici di ascolto della popolazione per trattare con gli esperti tutte le problematiche e le tematiche che interessano la città nel suo insieme e il mondo dei giovani”.

Per Anziani, giovani, volontariato, persone con disabilità, sicurezza, ordine pubblico, cultura, scuola e sport, il Piano prevede:

“Realizzazione e sostegno di progetti sociali e culturali d’integrazione alla politica del soddisfacimento dei bisogni della cittadinanza anziana e lo stesso sarà per le persone con disabilità. Creazione anche di spazi e luoghi dediti ad iniziative culturali e sociali. Per quanto riguarda i giovani daremo vita ad una Consulta permanente per la focalizzazione delle necessità dei giovani. Fronteggeremo la crisi occupazionale con la realizzazione di percorsi formativi – ha continuato Di Sarno –  educativi, di orientamento al lavoro nelle scuole per la consapevolezza dei diritti e doveri dell’esser cittadino, favoriremo dunque anche percorsi e tirocini formativi con protocolli di intesa a livello universitario e imprenditoriale. Il Piano prevede anche informazione aperta ad aziende ed operatori economici. Inoltre impiegheremo i lavoratori in attività di pubblica utilità. Apriremo ancora di più alla partecipazione delle associazioni di volontariato alla vita pubblica e promuoveremo periodiche campagne di comunicazione integrata per informare i cittadini in merito ai vari interventi”.

Fondamentale saranno sicurezza e ordine pubblico:

“Saranno fondamentali a tale riguardo anche il potenziamento e il rinnovamento di tutta la Pubblica Illuminazione, opera che comunque è già in atto – ha continuato il sindaco –  e tutte le attività saranno coadiuvate da sistemi informatici. Inoltre tutte le azioni verranno sottoposte al livello di gradimento dei cittadini. Sulla sicurezza abbiamo installato già più di 20 telecamere ma altre ancora saranno installate”.

Per scuola, cultura e sport:

“Potenziamento e completamento di tutta l’edilizia scolastica – ha affermato Salvatore Di Sarno – ed anche quest’opera è già in atto. Valorizzazione massima di tutte le tradizioni popolari esistenti sul nostro territorio ed inizieremo già da subito, ma anche e soprattutto dei siti monumentali, culturali e naturalistici di Somma Vesuviana. Per quanto concerne lo sport ne favoriremo il rilancio creando anche indotti per maggiore attrattiva, pensiamo ad esempio ad un Palazzetto dello Sport”.

Capitolo centrale sarà l’Urbanistica:

“Creazione di un gruppo di lavoro per il coordinamento dei lavori pubblici con recupero e riqualificazione del patrimonio culturale. Il Piano approvato dalla Giunta prevede anche l’allineamento di cantieri di lavoro – ha concluso Di Sarno –  e dei tempi su alcuni settori fondamentali come: cimitero, pubblica illuminazione, telecomunicazioni. Centrale saranno la riqualificazione del Centro Storico con il recupero del patrimonio esistente di rilevante valore culturale, il potenziamento e il miglioramento dei servizi ambientali. A tutela del Patrimonio Ambientale di Somma Vesuviana intensificheremo i controlli, ricordo che abbiamo installato già più di 20 telecamere”.