CONDIVIDI

Approvato dalla Sovraintendenza il progetto di abbattimento delle barriere architettoniche alla Collegiata. Ora mancano solo i fondi. È stato anche aperto un conto bancario. Il Parroco, Don Giuseppe D’Agostino, invita la comunità tutta a collaborare per la realizzazione dell’ascensore, che permetterà ai diversamente abili di partecipare alle funzioni eucaristiche. Di seguito la lettera del Parroco.

 

Carissimi sorelle e fratelli,

approfitto degli auguri di Natale per comunicarvi una meravigliosa notizia: finalmente abbiamo l’approvazione del progetto di abbattimento delle barriere architettoniche dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali di Napoli.

Il 4 settembre 2016 alle ore 18.00 c.a, mettevo piede per la prima volta in questa splendida chiesa della Collegiata. Mentre salivo i gradini, insieme a me c’erano due signori che alzavano di peso una carrozzina con un disabile. Questa scena mi è rimasta impressa e mi ha posto tanti interrogativi: come e cosa possa fare per risolvere questo problema?

Piano piano, giorno dopo giorno, si è formata una squadra di tecnici e volontari (tutto nella gratuità).

Ora siamo pronti a partire, abbiamo tutti i requisiti:

  • progetto architettonico approvato;
  • squadra di tecnici e volontari;
  • ditta che eseguirà il progetto;
  • conto corrente bancario dedicato (gratuito);

tuttavia mancano i fondi per realizzare il progetto.

Come pensiamo di muoverci?

A) una cassetta all’entrata della chiesa per le offerte con la scritta: Offerte per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

B) offerte libere fiscalmente deducibile.

Nonostante tutte le problematiche legate al difficile momento che la nostra comunità e tutta l’umanità sta attraversando, è bello sognare.

Affidiamo tutto il progetto alla vostra generosità e alle mani della  Vergine di Santa Maria a Castello.

A tutti l’auguri di un santo Natale e un felice anno nuovo.

Per donazione  tramite bonifici utilizzare:

IBAN IT 03 T0306234210000002215808 intestato a P. Giuseppe D’Agostino

IL PARROCO  P. GIUSEPPE D’AGOSTINO