CONDIVIDI

Chi ha scelto strade tutte nuove, chi la pineta, chi l’area mercato. I Comuni della provincia di Napoli hanno beneficiato da poco di un finanziamento della Città Metropolitana per realizzare aree giochi nei centri urbani. Molti sindaci e amministratori hanno annunciato l’arrivo dei fondi: la cifra, più o meno per tutti, si aggira intorno ai 35mila euro.

 

 

Ma dove verranno allestite le aree per i bambini? Su questo punto si registrano scelte diverse, come peraltro era prevedibile. Analizzando i paesi intorno al Vesuvio, viene fuori che, per esempio, a Somma Vesuviana le giostrine sorgeranno in piazza Vittorio Emanuele III, in due zone di complessivi 152 metri quadrati: “Saranno aree inclusive con giochi adatti a tutti i bambini, dotate di segna passi a led, pavimentazione anti trauma, scivoli, rotonde, cancelletto. Inoltre a tutela dell’area installeremo anche video – camere nella piazza centrale. Il progetto finanziato con 35.000 euro dalla Città Metropolitana di Napoli, ha ottenuto un punteggio di 85 sul massimo di 100, classificandosi come terzo migliore progetto presentato tra tutti quelli della provincia di Napoli e miglior progetto tra tutti i Comuni della fascia vesuviana”, spiega il vicesindaco Sergio D’Avino. Nella vicina Ottaviano la sede prescelta è la strada nuova che collega via Ferrovia dello Stato con via Perri, da poco inaugurata al termine dei lavori seguiti dal consigliere delegato ai lavori pubblici Vincenzo Caldarelli. A Poggiomarino, invece, il parco giochi nascerà nell’area del mercato comunale in via 24 Maggio, mentre a San Gennaro Vesuviano nella centralissima piazza Margherita. A Terzigno, infine, il sindaco Francesco Ranieri fa sapere che saranno potenziate le giostrine di via Salvatore Emblema: “Ma realizzeremo anche un sistema di protezione dagli atti vandalici”