CONDIVIDI
Il 70esimo incendio simulato del campanile di Madonna dell’Arco è rimandato al 2021

Niente processione quest’anno, per la Festa dell’Incoronazione. Niente incendio simulato del campanile (sarebbe stato il settantesimo anno), a causa della preoccupante situazione generata dal rischio contagio da Covid 19. Inoltre, in accordo con il commissario prefettizio Stefania Rodà, i Padri Domenicani hanno deciso di chiudere il Santuario domenica 13 settembre, per l’intera giornata. Nessuno potrà accedervi.

Un lumino o una candela, su ogni finestra e ciascun balcone, nel giorno dell’onomastico della Madonna, sabato 12 settembre, alle ore 20,00. Questo è l’invito rivolto ai cittadini di Sant’Anastasia da padre Alessio Romano, priore di Madonna dell’Arco, in ricordo di quanto fecero gli abitanti di Sant’Anastasia la notte dell’8 settembre 1874, come segno di gratitudine nei confronti della Vergine per aver scelto la città come luogo privilegiato della sua presenza e protezione. «La chiusura del Santuario è un ulteriore sacrificio da vivere all’insegna della prudenza e del senso di protezione verso i più deboli – dice padre Alessio – dunque in accordo con il commissario Rodà e in ottemperanza di quando disposto dai decreti legge della presidenza del consiglio dei ministri e della conferenza episcopale campana, abbiamo ritenuto opportuno adottare una giusta prevenzione per evitare possibilità di contagio e diffusione del Covid – 19».

Padre Alessio Romano, Rettore del Santuario di Madonna dell’Arco

«Per le stesse ragioni – prosegue il priore di Madonna dell’Arco –  invito tutte le Associazioni della Madonna dell’Arco a non organizzare nessun tipo di festa per l’occasione, nemmeno presso le Sedi delle rispettive Associazioni.  Una vostra partecipazione alla celebrazione eucaristica presso le rispettive parrocchie sarà certamente il modo migliore per vivere bene questo giorno a noi così caro. Insieme ai vostri parroci sarebbe auspicabile vivere anche un momento ulteriore di preghiera in onore della Madonna dell’Arco con la recita della Supplica».

Dunque, l’invito del priore, alle ore 20 di sabato 12 settembre, è quello di illuminare Sant’Anastasia con la luce della devozione, con un cero, una candela o un lumino ad ogni finestra. Ma anche domenica 13, giorno della chiusura del Santuario, i devoti della Madonna dell’Arco potranno comunque partecipare virtualmente alle celebrazioni, collegandosi alla pagina Facebook del Santuario alle ore 12,00 per la Supplica alla Madonna dell’Arco, e alle ore 18:30 per partecipare alla Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da Monsignore Emil Paul Tscherrig, Nunzio Apostolico in Italia. Al termine di questa celebrazione è prevista la recita della Supplica alla Madonna e la Consegna delle Chiavi della Città alla Madonna da parte del Commissario Prefettizio del Comune di Sant’Anastasia, Stefania Rodà».

«Ringraziando tutti voi per l’accoglienza e il rispetto di queste indicazioni, ci affidiamo all’intercessione della nostra amata Mamma dell’Arco dalla quale imploriamo misericordia e benedizione su ciascuno di noi» – conclude il priore, padre Alessio Romano.