Sant’Anastasia, lettera firmata: “Porta d’ingresso del paese da decenni abbandonata a se stessa”

0
129

Riceviamo e pubblichiamo dal cittadino Salvatore Colombrino.

Ai canditati tutti.
Ai Padri Domenicani con la loro benedizione.

Quartiere Maddalena – Scognamiglio il parallelo dimenticato.

Carissimi candidati alla carica di Sindaco e consiglieri, ben vengano i loghi più svariati e colorati a rappresentare le liste.
Ben vengano i discorsi, le parole, le interviste e le inaugurazioni delle sedi di rappresentanza, ma tutto questo non basta! Non basta e credo che non serva, peraltro scorretto nei confronti di chi come noi cittadini della zona Lagno Scognamiglio e Maddalena, da più di un cinquantennio dobbiamo assistere e vivere allorché serbatoio di voti ogni quinquennio se non di meno. Ciò che ricordo, e a rappresentanza dei miei concittadini, l’unica opera effettuata ed ereditata amministrativamente è stato il ripristino dei marciapiedi svolti arrangiati, i quali presentano già in più punti rialzi dei falsi sampietrini e dei cordoli di basolato farisaico.

“Noi” porta d’ingresso del paese e della più importante cittadella Mariana siamo da decenni abbandonati a noi stessi, all’insicurezza, al buio economico degli esercenti, al degrado incontrollato, all’adolescenza spezzata per non avere un parco efficiente ed efficace a soddisfare, in sicurezza, il tempo libero e puro dei nostri figli e anziani. Non abbiamo strisce pedonali a dissuasori per un attraversamento sicuro affinché il traffico veicolare rallenti. Non abbiamo videosorveglianza che di giorno e di notte ancor di più, controlli il caos silente e dannoso. Non abbiamo arredi pubblici come panchine, cestini per i rifiuti, piante e pulizia delle deiezioni canine. Abbiamo il solito fetore dell’alveo, che ancora resta scoperto e infestato pur pagando l’assurda tassa sui regi lagni. Abbiamo un’illuminazione fatiscente e penzolante e ancora tralicci in cemento in disuso e pericolosissimi. Abbiamo il drenaggio urbano intasato ricettacolo di ratti. Abbiamo ancora tutto questo e altro! Ma a voi chiedo: Abbiamo la certezza che, qualcuno di voi abbia a cuore queste problematiche affinché vengano risolte non appena la poltrona vi si lascia accomodare?