Sant’Anastasia, il sindaco Esposito ha convocato il Coc sul rapporto “Covid e Scuole”.

0
40
Riceviamo e pubblichiamo dal Comune di Sant’Anastasia
ll sindaco: “Le scuole restano aperte, ma siamo pronti a provvedimenti se necessario”.
Nella sala giunta del comune di Sant’Anastasia, il sindaco Carmine Esposito ha convocato il C.O.C (centro operativo comunale) sul rapporto “Covid e Scuole”.
Insieme all’Uopc di Pomigliano d’Arco (NA), l’Usca, la Protezione Civile, Croce Rossa Italiana e Polizia Locale si è discusso sugli aggiornamenti Covid nelle scuole di Sant’Anastasia.
Il Sindaco Carmine Esposito dichiara: “Come autorità di Protezione Civile, ho convocato per questa mattina il Coc per monitorare ed avere aggiornamenti sui contagi Covid all’interno delle scuole sul territorio anastasiano. Ad oggi complessivamente nei nostri istituti abbiamo solo 8 contagi. .Dunque, in seguito alla riunione del Coc e preso atto dei dati in possesso dell’Uopc relativi alla scuola, ad horas, non sussistono le condizioni né la necessità che si prendano provvedimenti di chiusura per alcun plesso presente sul territorio.
L’indice è così basso da non comportare comunque alcun provvedimento da parte mia.
Voglio rassicurare tutti i miei concittadini e i genitori che io e la mia amministrazione siamo in costante aggiornamento con l’ASL di riferimento e che, qualora  si rendesse necessario, provvederemo ad azioni di chiusura.”
Aggiunge poi l’assessore alla Salute Pubblica e Istruzione, Veria Giordano:
“Negli ultimi giorni ci stanno arrivando numerose sollecitazioni da parte dei genitori che, allarmati dalla notizia di alcuni casi di alunni  positivi, chiedono il ritorno alla DAD.
Benché comprenda la preoccupazione dei genitori, ritengo che non possiamo chiudere le scuole sulla base esclusiva della percezione del rischio di contagio. Abbiamo il dovere di basare qualsiasi nostra azione sui dati reali che, ad oggi, non sono per nulla preoccupanti. Ritengo non si possa continuare a contrapporre il diritto alla salute e il diritto allo studio e questa amministrazione sta lavorando per rendere compatibili entrambi i diritti che sono fondamentali.”