CONDIVIDI

C’è ancora tanto sgomento e disperazione nella città di San Giorgio a Cremano che nella giornata di ieri ha appreso la tragica notizia. Il piccolo Mattia, promessa del calcio, non ce l’ha fatta. Ha lasciato la sua famiglia e la sua squadra a soli 11 anni, stroncato da un infarto che dopo giorni di agonia ha spento ogni speranza. Il sindaco Giorgio Zinno si unisce alla famiglia.

Una vera e propria tragedia è quella che si è consumata nella giornata di ieri a San Giorgio a Cremano. Soli 11 anni, tutta una vita davanti, ancora milioni di calci da dare a quel pallone che lo aveva appassionato fino a renderlo una promessa calcistica. Eppure non ce l’ha fatta, il piccolo Mattia, colpito da un infarto in così tenera età. La notizia arriva lasciando un’intera comunità senza parole. Il dolore è troppo forte. La sua seconda famiglia, la scuola calcio San Giorgio 1926, dopo aver cercato di far sentire la sua vicinanza ogni giorno con messaggi di forza e di incoraggiamento, descrivendo il piccolo come un vero “leone” che sarebbe tornato presto a “ruggire”, ha appreso la notizia con profonda sofferenza: «Il piccolo Mattia non ce l’ha fatta. Useremo poche parole per dare le condoglianze alla sua famiglia da parte del presidente Fico, il direttore Neutro, tutto lo staff della scuola calcio e tutta la società granata. Ciao Mattia!».

Sono stati giorni di angoscia per i suoi cari prima di ricevere quella notizia devastante che ha gettato ogni barlume di speranza nel più profondo burrone. Il baby calciatore, che ogni giorno dava tutto se stesso in campo pur di raggiungere i più alti livelli, non è riuscito a vincere questa partita. Un infarto ha deciso che il suo cuore dovesse fermarsi, che la sua vita non potesse proseguire, che i suoi sogni dovessero rimanere chiusi nel cassetto di casa. Un dolore troppo forte. Non è mai facile accettare la morte di un proprio caro, ancor più difficile quando a dire addio è un bambino di soli 11 anni.

A darne il triste annuncio sui social è il sindaco Giorgio Zinno, che con grande dolore ha espresso la sua vicinanza alla famiglia del piccolo: «Cari concittadini purtroppo Mattia non ce l’ha fatta. Abbiamo sperato in tanti che la piccola promessa del calcio locale, appena undici anni, si risvegliasse dopo essere stato colpito da un infarto. In questi giorni tramite il mister Vincenzo Neutro del San Giorgio calcio ricevevo le notizie sullo stato di salute del ragazzo che era descritto come un vero leone. Tanti hanno pregato per lui, la nostra comunità si è mostrata, ancora una volta, premurosa e solidale, ma non è bastato. A titolo personale e a nome dell’Amministrazione Comunale esprimo il massimo cordoglio e vicinanza alla famiglia. Non ci sono altre parole che possano lenire un dolore così grande».

(fonte foto: rete internet)