San Gennaro benedice Monte Somma e città, la nuova edicola votiva

0
711

 

Riceviamo e pubblichiamo dall’Associazione “La Casa delle Lucerne”

Presentazione dell’edicola votiva di

“San Gennaro che benedice il Monte Somma e la Città di Somma Vesuviana”

 

Domani 19 Settembre, festa di san Gennaro patrono della nostra Città di Somma Vesuviana, riprende dopo due anni la tradizionale processione con l’antico busto di legno e argento portato a spalla dal gruppo “Amici di San Gennaro”. Come da tradizione si fermerà “nel Lagno Cavone” oggi Via Col. G. Aliperta al Casamale, luogo dal quale il nostro San Gennaro sarà rivolto verso il Monte Somma e il Vesuvio per invocare benedizione e protezione. È proprio durante questa sosta che sarà presentata alla comunità l’edicola votiva dedicata al nostro Patrono, posta nella parete muraria di “Piazzetta degli Aromi”, fatta realizzare dall’ing. Arcangelo Rianna con il concorso dei fedeli del luogo. L’immagine ricca di colori e di simboli, si compone di nove riggiole maiolicate prodotte nella bottega “Ceramiche Pinto” di Vietri sul Mare e raffigura San Gennaro con il tradizionale fascio di frutta nell’atto di benedire la Montagna e la nostra Città.

Negli anni 50 del secolo scorso, — racconta l’ing. Rianna  quando ero ancora un ragazzo, ricordo che in questo luogo fu rappresentato il “martirio di san Gennaro”. Su di un palco di legno, dietro ad un velo rosso illuminato, una sciabola decapitava un manichino che rappresentava il santo. Dal racconto di questo ricordo nacque l’idea all’associazione il Torchio di riproporla alcuni anni fa al Casamale”.

Alla presenza delle autorità religiose e civili, l’edicola votiva sarà scoperta da Giuseppe, un ragazzo del posto, affinché negli anni a venire egli possa sempre ricordare e raccontare questo momento di devozione e ringraziamento al Santo Patrono della nostra Città.

Grazie al Sig. Sindaco dott. Salvatore Di Sarno per aver dato assenso alla costruzione dell’edicola votiva in luogo pubblico. Grazie all’Assessore alla Cultura avv. Rosalinda Perna che ha seguito personalmente tutto l’iter burocratico della richiesta. Grazie al Comandante della Polizia Municipale Ten. Col. Claudio Russo, al Arch. Giuseppe Rossi responsabile dell’Ufficio Lavori Pubblici e all’arch. Monica D’Amore responsabile dell’Ufficio Urbanistica per aver espresso il parere positivo alla collocazione dell’opera. Grazie all’impresa “Due Erre di Iovino Raffaele” che ha  eseguito il lavoro di posa in opera delle maioliche. Grazie di cuore a quanti hanno collaborato con la loro generosità per la realizzazione di questa edicola votiva, segno della fede del popolo sommese e racconto della nostra cultura alle nuove generazioni.