CONDIVIDI
da dx a sx, iovine, riccio, del mastro, esposito e genni. dietro, da dx, la gatta e sautariello

Come nelle aspettative è stato nominato vicesindaco Eduardo Riccio, il segretario cittadino del PD. Riccio, 45 anni,  avvocato amministrativista, la cui carriera professionale è legata a uno dei più prestigiosi studi legali napoletani che si occupano di ricorsi amministrativi, ha ricevuto dal sindaco le deleghe al bilancio, programmazione e finanze.  Un incarico che conferma le attese, dunque, visto che l’accordo “apripista” nazionale tra Movimento Cinque Stelle e Partito Democratico, sancito questa estate nella prospettiva delle elezioni del 20 settembre, prevedeva per Pomigliano questa opzione. Sempre al Pd è andato l’assessorato alle attività produttive, al commercio e alle fondazioni, assessorato che sarà occupato dall’avvocato Domenico La Gatta. Due gli assessorati affidati al Movimento Cinque Stelle. A Salvatore Esposito, dipendente dello stabilimento Leonardo di Pomigliano, dal 2015 al 2020 consigliere di opposizione e alle ultime elezioni esponente pentastellato più votato della sua lista e dell’intera coalizione (528 voti), sono andate le politiche sociali e il lavoro. All’avvocato Carmine Sautariello, di Nola, sono andati invece gli incarichi all’avvocatura, al patrimonio e al personale.  Un altro assessorato chiave, quello all’urbanistica, all’edilizia ed ai lavori pubblici, è stato affidato a Filomena Iovine, dipendente della Città Metropolitana, ex funzionaria del vicino comune di Somma Vesuviana ed ex capo dell’ufficio tecnico del comune di Somma Vesuviana  (lei è della frazione Casaferro). Iovine, un architetto, proviene da una famiglia storicamente legata alla Democrazia Cristiana e poi a Forza Italia, i cui punti di riferimento politici nel territorio sono stati i cugini, Paolo Russo, attuale parlamentare di FI, e l‘ex consigliere regionale Ermanno Russo. Filomena Iovine è stata anche candidata a sindaco di Forza Italia nel 2015, poi risultata sconfitta.  In quota “Idea Pomigliano” è stata poi nominata Rosanna Genni, preside dell’Isis Europa e responsabile dell’ambito scolastico. A lei le deleghe alle politiche giovanili, allo sport, alla pubblica istruzione e alle pari opportunità. Un altro assessorato finito spesso negli ultimi anni al centro dell’attenzione è quello all’ambiente, ai parchi e alla “città intelligente”, o sostenibile che dir si voglia. In questo caso l’assessore è Mariangela D’Auria, avvocato anche lei ed esponente della compagine Pomigliano 2020. “Sono molto felice della giunta che sono arrivato a comporre – conclude il sindaco Del Mastro – perche si tratta di persone che ad una serie di competenze affiancano un grande senso politico, il rispetto delle istituzioni e una visione della città di cui sicuramente potrà beneficiare Pomigliano attraverso il loro totale impegno e la loro dedizione alla causa”.