CONDIVIDI

I Carabinieri del nucleo investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale, nell’ambito di un servizio di contrasto alla vendita di prodotti per la sanificazione non conformi alle norme sanitarie, hanno denunciato un 52enne di Poggiomarino per frode in commercio.

Titolare di una rivendita di prodotti cosmetici, l’uomo aveva stoccato in magazzino, pronte per la commercializzazione, 8496 confezioni di gel lavamani con etichette che ne esaltavano le proprietà “antibatteriche”. Ovviamente prive delle autorizzazioni del Ministero della  Salute, le confezioni contenevano del semplice sapone. Tra i materiali rinvenuti e poi sequestrati anche 2 rotoli di etichette adesive da applicare ai flaconi con l’indicazione “antibatterico naturale”.
Il valore commerciale dei prodotti sequestrati ammonta a 20mila euro.

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Nola hanno arrestato per tentato furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale E.A., 40enne di Cercola, già noto alle forze dell’ordine. I militari stavano percorrendo le strade di Piazzolla di Nola e sono stati fermati da un commerciante del luogo che ha chiesto aiuto: alcune persone stavano tentando di rubare la sua auto.

 

I militari hanno sorpreso i ladri che, rinunciando al furto del veicolo, si davano alla fuga a bordo di un’auto. Ne è nato un pericoloso inseguimento per circa 10 chilometri, fra cui alcuni tratti percorsi contromano lungo la strada statale 268. La fuga in auto è terminata a Poggiomarino, lì i malviventi hanno abbandonato l’auto tentando di fuggire a piedi.

I carabinieri sono riusciti a bloccare uno dei fuggitivi. Sono in corso indagini per individuare gli altri due complici. Nell’auto dei ladri i militari hanno rinvenuto e sequestrato alcuni strumenti da scasso e 2 berretti con visiera. L’arrestato è stato tradotto al carcere di Poggioreale in attesa di giudizio.