Pietro Moccia affianca Giuliano: nasce l’asse “Città Europea-Prima Somma”

0
10

 

SOMMA VESUVIANA – Stoppata la fuga in avanti del giovane Antonio Giuliano che aveva presentato un proprio movimento con tanto di simbolo a sostegno del sindaco Di Sarno.

In queste ore il gruppo nato per volontà del giovane (“Prima Somma”) viene ingolato in maniera omogenea alla maggioranza formando un asse con “Somma Città Europea”, guidata dal segretario Pietro Moccia, che di fatto ne assume la responsabilità rilevando e affiancando il progetto di Giuliano.

La nota di Moccia

 

“In qualità di Segretario della Lista Civica denominata “Somma Città Europea” vorrei informare la cittadinanza che ho assunto la decisione di rilevare la Lista Civica denominata “Prima Somma” assumendone il ruolo di Segretario con l’intento di affiancare il giovane Antonio Giuliano nell’ambito della prosecuzione conduttiva del suo ambizioso e sacrosanto Progetto Politico.

Ambedue le liste sono da ritenersi dedite all’impegno relativo alla messa in essere dei sottoriportati meri intenti programmatici  :

  • In termini di Green Economy l’individuazione di falde occupabili destinate ad ospitare strumentazioni in grado di produrre energia pulita ricavabile da fonti naturali.
  • La mitigazione del rischio denominato “Water Wars” renderà necessaria nei prossimi anni l’assunzione di una condotta volta al Recupero e riciclo delle Acque Atmosferiche ; quest’ultime riutilizzabili in ossequio ad usi industriali ed alla vagliabile occorrente riconvertibilità mediante step processing analitici quindi supercritici.
  • La riconversione dei Regi Lagni comporterà un’accurata pulizia degli alvei ; successivamente consistente nella riesaminativa destinazione d’uso delle pendici spioventi e delle superfici geometricamente differenti.
  • I soprariportati dettami congiuntamente all’esercizio della posa in opera degli impianti di Cogenerazione a Biomassa concerneranno l’impegno volto alle attività territoriali relativi alla Transizione Ecologica.
  • Gli allarmismi conclamati dalla Comunità Scientifica relativi alle ipertermie estive assiduamente manifestatesi negli ultimi tempi renderanno necessarie l’assunzione di Politiche Gaudenti ; le medesime attinenti alla mirata concentrazione geografica di apposite aree removibili destinate alle attività di refrigerio sui generis . Gestione affidabile potenzialmente alla Protezione Civile .

Tale servizio sarà da ritenersi maggiormente attingibile dalle svariate figure soggettive allocate in condizioni di status precario e/o geograficamente non agiato.   Tali attività contribuirebbero senza dubbio alcuno all’incremento di risorse umane arruolabili nell’ambito del Volontariato , della Protezione Civile, quindi dei Servizi Sociali.

  • Sin’ora è da ritenersi forviante il mancato adopero volto alla Costituzione di gemellaggi cittadini strategici , necessari al fine di promuovere attività Turistiche ed Industriali.
  • Le Associazioni Nazionali promuoventi l’invecchiamento attivo costituiranno il deterrente atto ad assumere gli indottrinamenti necessari atti ad insegnare ai giovani l’espletamento delle antiche maestranze ; il tutto con l’intento di ottenere la mancata dispersione del Know how.
  • Circa le attività di Welfare , sarà da ritenersi indispensabile istituire una misura atta a garantire la possibilità di accesso alle attività Vacanziere rivolta alle famiglie detentrici di redditi modici ; ed altresì agli anziani.
  • Le Politiche di arricchimento territoriali potrebbero conferire alla Città di Somma Vesuviana falde occupabili ex-novo, le medesime atte a costruire aree industriali franche ed all’uopo fornitrici di incentivi.
  • Sono da ritenersi assenti le attività relative all’integrità dell’indice demografico, la ricerca di fondi sovracomunali atti ad erogare incentivi attrattivi di investimenti, in subordine a benefici occupazionali.

 

Questo ed altro annoverabile negli intenti programmatici delle Liste rappresentate dallo scrivente.

Absit iniuria verbis ;  Nei giorni scorsi mi è parso di evincere che un banale errore di carattere comunicativo posto in essere dal giovane Giuliano sia stato contraddistinto a detta di terzi da enorme gravità ;                    in subordine mi sono chiesto se il modus operandi dei critici di status quo sia bollato o meno da indice di gravità maggioritario, vista la mancata messa in essere di disposizioni programmatiche quantomeno analoghe. Idee e Progetti altrui risultano perennemente essere sconosciuti all’attenzione dello scrivente, ed eventuali riscontri in essere soggettivi e/o territoriali beneficianti di mancata ravvisabilità.

Oltraggiungo di non essere per nulla meravigliato dalla denigratoria condotta posta in essere da padri e madri di famiglia volti ad identificare il Giuliano quale capro espiatorio in luogo del veritiero bersaglio già colpito dal fuoco amico, il Sindaco vigente Dott. Salvatore Di Sarno, un uomo del territorio, un amico al quale è sufficiente rivolgere il seguente semplice saluto Istituzionale per poter attirare la sua attenzione :   << Uè  Salvatò >>

Da diversi anni orsono il Sindaco di Somma Vesuviana nelle vesti di rinunciatario alle villeggiature estive ha anteposto gli interessi della cittadinanza in ossequio alle necessità di status, devo mio malgrado constatare che non ho avuto modo di riscontrare associabilità comportamentali promosse da terzi, il tutto nell’ambito di un periodo contraddistinto da decessi causa Covid, e di mastodontiche difficoltà patite da famiglie ed imprese.

Le mancate analisi comportamentali (o se preferite esami di coscienza) sono a mio modesto avviso da ritenersi significative in subordine al presunto interesse rivolto nei riguardi della esigenze cittadine.

Dopo aver assistito ad esperimenti Governativi dall’espletato tenore collimanti in  Governissimi, Larghe Intese, Governo Lega – M5S , Governo PD – LEU – M5S ed altri, sino a giungere all’attuale Governo Draghi , sono costernato di dover territorialmente rilevare l’ironia satirica relativa a mescolanze di carattere Politico, il tutto in maniera ostinatamente dissennata e senza la minima attenzione verso la vera chiave di volta risolutrice ovvero l’abolizione tra differenze Politiche.                               La tesi divisionistica centro destra / centro sinistra rasenta attualmente una gigantesca arma di distrazione di massa, vista la consueta alternanza negli anni praticata da differenti forze Politiche Governative sostenitrici al voto di provvedimenti discutibili ed aberranti misure.                                                           << Qui Habet aures audiendi audiat >>

In ottica Comunale ad esempio la lista di Siamo Sommesi è da considerarsi grafologicamente quasi identica al Movimento Politico denominato : Siamo Italiani, fondato dall’Europarlamentare Aldo Patriciello di Forza Italia, ma non è dato sapere se vi fossero o meno accordi preliminari tra le parti.

Certamente nessuno gridò allo scandalo quando uno o più membri appartenenti alla ex maggioranza Di Sarno decisero di sostenere nell’anno 2019 l’aspirante Europarlamentare Aurelio Tommasetti candidato nelle liste della Lega, pur essendo collocati nell’orlo del centrosinistra.

Anche Prima Somma è da considerarsi verosimile alla Prima Napoli sostenitrice del Giudice Candidato Sindaco Catello Maresca, a cui porgerei la mia più profonda stima, con l’augurio di raggiungere mete sempre più soddisfacenti.

Di recente mi è parso di scorgere tra la pubblicità elettorale cittadina un simbolo deterrente di presumibili grossolane verosimilanze con il logo appartenete al Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli, e non mi pare anche in tal caso che qualcuno stia gridando allo scandalo.

Considerazione ante litteram : presumo che mutando gli addendi il risultato sia da intendersi analogo, varrebbe a dire: schierarsi ante, interdiu (durante) o post legislatura che tipo di differenza comporterebbe ?

Quanto sin’ora redatto concerne una riflessione constatativa dei fatti e certamente non attiene ad esortare reazioni provocatorie dettate da comportamenti sovversivi assolutamente prevedibili, vedasi il caso di Antonio Giuliano.

Condotte diffamatorie propugnate da depistatori sistematici a mezzo messaggistica via Social Web vanno assolutamente condannate, declinandone il vile, sgradevole e diseducativo istrionismo.

L’Istigazione al mancato rispetto del Sindaco di Somma Vesuviana rasenta ormai un’abitudinaria consuetudine nei riguardi di un uomo lasciato solo (non da tutti) nell’ambito dell’assolvimento di compiti e funzioni Istituzionali, con il quale non sempre lo scrivente è riuscito ad essere concorde, ma nel quale ha trovato massima disponibilità, specie nel momento in cui l’adopero in funzione dei dettami programmatici sopracitati postulano la gravosa assunzione di responsabilità visto il madornale impegno esecutivo di cui sono caratterizzati.

Tutti coloro che decideranno di candidarsi all’interno delle nostre liste saranno liberi di autogestirsi e, visti i propositi le loro attività saranno da ritenersi indispensabili specie post elezioni indipendentemente dagli esiti.

Domenica 12 Settembre ore 10:00 del corrente anno saremo in piazza Vittorio Emanuele Ⅲ con il seguente monito : NESSUNO TOCCHI I GIOVANI  ,  un flash mob atto ad invogliare i Giovani ad entrare in Politica senza dover temere azioni di rappresaglia altrui.                                      I GIOVANI devono essere lasciati LIBERI  di poter decidere, ed altresi di poter SBAGLIARE, I GIOVANI NON SI TOCCANO !!!,                                                a qualsivoglia compagine Politica decidano di appartenere, e con chiunque decidano di allearsi.  “Il dubbio è l’inizio della conoscenza.” (Cartesio).

Ringrazio tutti coloro che hanno espresso solidarietà nei riguardi di Antonio Giuliano a cui ovviamente mi associo, mi auguro vivamente che la cittadinanza, le persone di mia conoscenza comprensivi del Sindaco Di Sarno, la Giunta Comunale, i Consiglieri di maggioranza ed opposizione, i Deputati Regionali locali e l’On. Gianfranco Di Sarno raccolgano incondizionatamente l’invito e partecipino al flash mob.

 

Tuttavia invito ad astenersi dalla partecipazione : Politici, aspiranti tali, quindi cittadini le cui identità sono ormai conosciute, rei di aver messo in essere sgradevoli intraprendenze perpetuate a mezzo social network nei riguardi di Antonio Giuliano, in quanto le loro presenze non sarebbero ritenute di gradimento.

L’astante e sistematica disaffezione volta alle necessità della cittadinanza identifica senza dubbio alcuno il mero interesse volto al ragguaglio dei coefficienti numerici, soprattutto nei riguardi dei futuri candidati ambosessi potenzialmente annoverabili all’interno di liste partitocrati dai pedissequi propositi. In ossequio a quanto appena redatto sono sicuro che la cittadinanza sarà ovviamente in grado di apportare le opportune valutazioni criteriali.

E’ da considerarsi effimero il celarsi dietro le adesioni alle manifestazioni contro la violenza sulle donne per poi praticare le candidature rosa con il mero intento volto a formare accoppiate plurime, o sinteticamente liste ad personam, il tutto nell’indifferenza generale, come se non fosse da ritenersi una forma di violenza anche questa.

Vorrei concludere questa mia disgiungendomi totalmente dalla Politica, conferendo un doveroso saluto alle famiglie di Melania Rea, di Domenico Liguori per gli amici Mimì o’ Biondo, di Francesco Tafuro per gli amici Francuccio e del Brigadiere Mario Cerciello Rega, il cui indelebile ricordo alberga nei nostri cuori.                                                                                       #UèSalvatò   #NessunoTocchiIGiovani   #Progressismo #CiaoGrandiUomini

Il Segretario

Somma Città Europea – Prima Somma

Dott.  Moccia Pellegrino detto Pietro