CONDIVIDI

 

NAPOLI – Schiaffi e calci ma alla persona sbagliata. E’ quanto accaduto in un vicolo del centro di Napoli la notte scorsa quando un 46enne di Melito, già noto alle forze dell’ordine, è entrato in un locale gremito di persone in fila in attesa di consumare bevande ed ha aggredito il titolare del bar ritenuto responsabile dall’uomo di aver somministrato alcolici alla figlia minorenne della sua compagna.

 

La ragazza – non ancora 16enne – era stata portata nell’ospedale San Paolo per una lieve intossicazione da alcolici e poi dimessa. Il 46enne si è poi allontanato dopo aver anche lanciato verso la vittima un barile in ferro solitamente utilizzato come tavolino. I carabinieri – allertati dal 112 – sono intervenuti e hanno ricostruito la vicenda. La minorenne, in realtà, era stata in un altro locale poco distante dal luogo dell’aggressione.

 

I militari denunceranno il titolare per somministrazione di alcolici a minori di 16 anni e chiederanno la sospensione dell’attività del locale. La vittima dell’aggressione ne avrà per 5 giorni e potrà presentare querela.