CONDIVIDI
l'amianto crollato in via Caporale ad Acerra
l'amianto crollato in via Caporale ad Acerra

L’ordinanza immediatamente esecutiva è stata firmata ieri pomeriggio dal sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri: via Caporale è stata interdetta al transito delle persone e dei veicoli. Nella stessa ordinanza è stato vietato l’utilizzo a scopo abitativo di due alloggi, un sottotetto adibito a mansarda e un terraneo, e l’uso di un balcone. Il provvedimento è scaturito a seguito del crollo del tetto di un edificio completamente fatto di eternit, il temuto cemento-amianto si è frantumato in migliaia di pezzi su via Caporale, un vicolo del centro storico. Ora si teme che le pericolosissime fibre di asbesto, che possono provocare il cancro della pleura polmonare, si siano impadronite dell’area interessata dal crollo. L’ordinanza comunque oltre a imporre ai proprietari l’interdizione all’uso dei locali abitati e dei balconi interessati dal cedimento obbliga gli stessi a ripristinare lo stato dei luoghi mettendoli preventivamente in sicurezza. In caso di inottemperanza scatteranno i provvedimenti penali del caso. Questi sviluppi clamorosi del crollo si sono avuti dopo una denuncia inoltrata alla procura di Nola dagli ambientalisti Alessandro Cannavacciuolo e Michele Pannella. Nella denuncia gli ecologisti avevano segnalato “il pericolo per la salute pubblica determinato non solo dal crollo del tetto di amianto ma anche dalle anomale operazioni di messa in sicurezza effettuate dalla ditta incaricata di intervenire in tutto il territorio comunale per situazioni del genere”.