Paolo Caiazzo e Federico Salvatore mattatori al Palazzo Mediceo

Sketch, monologhi, canzoni storiche: Ottaviano travolta da risate ed emozioni made in Napoli. Galleria fotografica all'interno

0
134
OTTAVIANO – Nella serata di ieri al Palazzo Mediceo di Ottaviano due grandi nomi della comicità napoletana hanno letteralmente incantato il pubblico presente: parliamo di Paolo Caiazzo e Federico Salvatore.
Serate di intrattenimento fortemente volute e promosse dal comune di Ottaviano grazie all’impegno dell’assessore agli eventi Biagio Simonetti e del sindaco Luca Capasso.
“Un modo per ripartire” – sostiene il primo cittadino – “dopo un anno e mezzo di pandemia e di tragedia ci meritiamo fortemente serate come queste, facendo sempre attenzione e non abbassando la guardia.”
Il fascino suggestivo del Palazzo poi, come sostenuto da Simonetti, con tutte le sue storie, è ciò che rende serate come queste realmente magiche:” Ci troviamo in un bene confiscato alla camorra, un male che abbiamo estirpato non con poca fatica dal nostro paese, un luogo che deve essere il simbolo della legalità per Ottaviano e non solo.”
Proprio in quel luogo, infatti, Paolo Caiazzo e Federico Salvatore ieri hanno metaforicamente rapito il pubblico presente: sketch, monologhi, canzoni storiche accompagnate dalla comicità e dalla simpatia che da sempre contraddistingue i due artisti napoletani.
Paolo Caiazzo, che ha portato in scena vari monologhi tra cui uno sulla scuola, sul ruolo degli insegnanti e degli studenti e vari sketch e canzoni in coppia con Salvatore, si è poi calato nei panni del famosissimo Tonino Cardamone, personaggio storico che egli stesso interpretava nella trasmissione televisiva Made in Sud, mandando la folla letteralmente in delirio.
Lo stesso è accaduto con Federico Salvatore che ha cantato la sua famosissima Ninna Nanna, una canzone su temi come Green Pass e vaccini, brani umoristici con quel tocco satirico proprio del cabarettista e cantautore italiano.
Una serata all’insegna del divertimento puro, di leggerezza, di risate, musica, unione, caratteristiche che da troppo tempo mancavano e che la coppia Caiazzo-Salvatore, assolutamente vincente, è riuscita a riportare ad Ottaviano con estrema  naturalezza e affinità in scena.
Due spettacoli gratuiti per il pubblico, quello di lunedì sera e di ieri, che hanno realmente portato una ventata d’aria fresca, di cambiamento che, dopo mesi di restrizioni e solitudine, hanno ricordato nuovamente ai presenti cosa significa essere liberi e che, seppur lentamente, la vita sta finalmente ricominciando a sbocciare.
LE FOTO