Home Politica Ottaviano, primo bilancio dell’automedica notturna: una decina di interventi, nessun ricovero  

Ottaviano, primo bilancio dell’automedica notturna: una decina di interventi, nessun ricovero  

CONDIVIDI

Una decina di interventi in due giorni, nessun ricovero. Ma serve soprattutto ossigeno. A Ottaviano si traccia un bilancio del servizio di automedica notturno voluto dall’amministrazione comunale e dall’Unità di crisi comunale per assistere i malati di covid – 19. Il servizio è garantito dall’associazione Soccorso San Gennaro, che interviene con un medico ed un infermiere.

A distanza di due notti dall’attivazione, è possibile dare dei dati: la prima notte l’auto con autista, medico ed infermiere ha risposto a cinque chiamate, la sera successiva a sei. Si trattava, per lo più, di persone bisognose di ossigeno, le cui condizioni però non erano gravissime. In nessun caso è stato necessario attivare la procedura per il ricovero in ospedale.

“Stiamo avendo buoni riscontri e questo ci conforta. Negli ultimi giorni i guariti a Ottaviano sono stati decisamente maggiori dei nuovi contagiati, speriamo in una inversione di tendenza, ma intanto non bisogna assolutamente abbassare la guardia”, spiega il sindaco Luca Capasso.