Ottaviano, Michele Ranieri presenta il suo libro “Dell’intempestivo”

0
557

Martedì 9 novembre, a partire dalle ore 17.30, a Ottaviano, nel Palazzo Medici il prof. Michele Ranieri presenta il suo libro “Dell’intempestivo”  conversando sui temi filosofici e teologici trattati nel volume con il prof. Luigi Imperato, che è profondo studioso della filosofia tedesca e  insegna filosofia e storia al Liceo Classico di Portici. 

 

Michele Ranieri lo dice chiaramente nella prefazione del libro: “ I testi sono presenze vive, non morti relitti di scritture..Il dialogo con i testi è anche oltrepassamento della loro lettera, in costante omaggio e altrettanto necessario tradimento”. “I testi sono presenze vive”: pare, a prima lettura, uno di quei motti che si pubblicano senza sosta sui “social” in un banale esercizio di “copia e incolla”: tanto i lettori di “fb” hanno la memoria corta. E invece questa verità- la viva presenza dei testi – è il cardine primo dei sistemi culturali: e dovrebbero rendersene conto, per esempio, gli intellettuali impegnati in un gioco alla moda, quello di domandarsi perché bisogna studiare anche oggi il greco e il latino. Sulla risposta che qualcuno di quegli intellettuali dà alla domanda è meglio sorvolare, glissare. Tra i molti meriti del libro di Ranieri c’è anche quello di aver ricordato, agli smemorati, che le questioni “esistenziali” con cui ci confrontiamo ancora oggi sono state poste, delineate e definite dai Greci e dai Latini: e Michele Ranieri, docente di filosofia e di storia al “Diaz” di Ottaviano, conosce “dal vivo” i testi della cultura classica. E segue, “dal vivo”, lo sviluppo di quelle questioni “esistenziali” negli “spazi” non solo della filosofia e della storia, ma anche delle letterature e delle arti figurative. Il “viaggio” negli spazi del sapere non conosce confini, muri e  barriere: siamo certi che i due oratori affronteranno anche questo tema.