CONDIVIDI
A moment in Naples Central Station, after the reopening of regional borders amid an easing of restrictions during Phase 2 of the coronavirus emergency, in Naples, Italy, 03 June 2020. ANSA/CIRO FUSCO

C’è chi torna a casa dopo tre mesi e chi ha scelto Napoli come prima meta turistica post lockdown.

Volto coperto dietro mascherina d’ordinanza, tra i passeggeri del Frecciarossa 9505 proveniente da Milano e arrivato a Napoli Centrale alle 10,28 in tanti hanno colto al balzo la possibilità dello spostamento tra regioni sin dal primo giorno.

Anzi, dalle prime ore. Quasi pieno il treno nel tratto finale Roma-Napoli, al netto delle restrizioni in uso che ne limitano la capienza del 50%. Tutti all’arrivo sono stati sottoposti al controllo della temperatura (nessun febbricitante segnalato) e non manca qualche protesta dovuta al fatto che l’arrivo concomitante di altri due convogli regionali ha aumentato i tempi di attesa.

Ma alla fine prevale il piacere del viaggio, che per qualcuno è un ritorno a casa tra gli affetti più cari. È il caso di Elisabetta: “Lavoro a Roma e oggi torno a casa per rivedere i miei dopo tre mesi. Non vedevo l’ora”.

(foto ANSA Campania)