CONDIVIDI

Disponibile da pochi giorni il nuovo inedito di Gerardo Attanasio, il giovane cantautore napoletano vincitore della Targa Siae al Premio Pigro e del Premio Lunezia “Musicare i poeti”.

Mille notti in una luna straborda di suggestive immagini supportate da una splendida ballata e da un arrangiamento affascinante che ci riportano ad atmosfere magiche, ricche di echi d’infinito.

Come ci dice lo stesso autore, si tratta di “un pezzo dedicato alla signora e padrona dell’amore e della morte, il cui triplice volto è espresso dalle relative fasi lunari. La poesia le deve il proprio principio attivo e l’unico tema possibile. Io e Renato Napoli l’abbiamo omaggiata attraverso un linguaggio obliquo e contemporaneo. Alla fine… una canzone d’amore”.

Nato a Napoli nel 1983, Gerardo Attanasio è un giovane cantautore che ha iniziato a muovere i primi passi verso il mondo della musica, già da adolescente, suonando in diverse band della provincia napoletana. Si è diplomato come paroliere al CET di Mogol. Si è laureato in Lettere classiche, presso l’Ateneo Federico II di Napoli, scrivendo una tesi sul mondo classico presente nella canzone di Fabrizio De André: l’amore per la letteratura lo accompagna da sempre nel suo percorso artistico e umano.

Le sue precedenti creazioni, intrise di affascinanti contaminazioni, sono ricche di temi dedicati ad alcuni miti della provincia napoletana, declinando strumenti tradizionali come la chitarra battente all’interno di scenari rock, creando un vero e proprio scontro di mondi (contadino e industriale) che contribuisce a dar vita a un immaginario variegato, colorato, che spinge la canzone verso territori assolati, sporchi di sale. Le sue liriche si fanno asciutte come le pietre dei templi greci e la semplicità, sintattica e armonica, nasconde un intenso lavoro di limatura che restituisce freschezza e spontaneità al tutto.

Gerardo Attanasio, attualmente, è impegnato a creare nuove canzoni e continua la sua attività di produttore. Il 20 novembre scorso ha pubblicato Noi, prodotta e registrata nel suo studio di Castellammare di Stabia, il Blue Bell Project Studio, in completa solitudine durante il primo lockdown, mentre il 22 gennaio ha visto la luce Mille notti in una luna. Entrambe le canzoni faranno parte del suo quarto album, disco che ha deciso di far uscire “a puntate”, che attendiamo con curiosità e interesse destate dalla sua pregevole bravura.