Marigliano, sequestrata area di 54.000 mq oggetto di un incendio doloso.

0
44

Riceviamo e pubblichiamo

 

Nuovi spunti per la polizia locale di Marigliano. Il fenomeno degli incendi fa pensare che buona parte di questi eventi servano a risolvere situazioni di illegalità.

Gli agenti, guidati dal maggiore Emiliano Nacar, hanno sequestrato l’area relativa all’incendio divampato alla via Vasca il 15 agosto. Nella stessa area, tra i rifiuti oggetto di combustione, si individuavano: pneumatici, materiale edile, bottiglie di vetro, lattine, barattoli e lastre in alluminio, materiale in plastica.

Inoltre, in pari data e nei giorni successivi, veniva avvistata un’auto nelle aree periferiche interessate dall’incendio. Pertanto, durante il pattugliamento antincendio, gli agenti fermavano e identificavano il conducente, il quale non rappresentava un motivo che giustificasse la sua presenza ivi.

Dichiara il comandante: “Sapevamo che con i pochi innesti di agenti a tempo determinato saremmo riusciti ad innalzare la percezione di sicurezza. Con pattugliamento giornaliero sino a tarda sera, siamo riusciti ad individuare anche il piromane. Gli incendi sembrano essere legati al racket della prostituzione che stiamo di nuovo debellando”.