CONDIVIDI

Gli attivisti del MoVimento 5 Stelle Marigliano non sono soddisfatti dell’attenzione mediatica loro riservata e non lo mandano a dire. In una recente nota pubblicata (solo) sui social il candidato sindaco Maurizio Sena ha infatti scritto che “da quando è uscito il comunicato ufficiale della presenza del MoVimento 5 Stelle e della mia candidatura nessun sito di informazione si interessa a noi. Abbiamo scoperchiato i cunicoli e le talpe che, si sa, soffrono la luce e sono ora impegnate a scavarsene di nuovi. Noi andiamo avanti per la nostra strada: legalità, trasparenza, ambiente. Terremo ancora altri incontri tematici come quello sul centro storico e sull’acqua pubblica”.

Sono stati già due, infatti, gli incontri tematici organizzati dal M5S cittadino nella nuova sede di via Isonzo: prima l’appuntamento di martedì 21 luglio su GORI e acqua pubblica con l’esperto Antonio Molli, e successivamente, venerdì 24 luglio, quello con con il dottore in Conservazione dei Beni Culturali e fotografo Marco Casciello, il quale si è soffermato sulla storia e le potenzialità del centro storico mariglianese, oggi molto sofferente.

“Il MoVimento ha sempre avuto a cuore il coinvolgimento diretto dei cittadini e degli attivisti ed è per questo che la nostra sede di Via Isonzo sta diventando punto di aggregazione, luogo di dibattiti interni e tavoli tematici su problemi di pubblico interesse. Il fine è di presentarci con un programma che risponda a tutte le criticità e con una squadra unita e determinata”, fanno sapere gli attivisti.

Ora che la candidatura del fotografo Maurizio Sena è ufficiale, si chiarisce anche la posizione politica del MoVimento, almeno a livello locale: “indipendentemente dalla difficile situazione che si sta vivendo in questi giorni, io e i 5 Stelle di Marigliano fin dai primi giorni di dibattito politico sulla composizione degli schieramenti (quindi dai primi giorni di maggio) abbiamo rifiutato ogni apparentamento. Anche con il PD con il quale c’è una buona e proficua collaborazione al governo del paese, ma che a Marigliano vediamo soffocato da liste civiche che mal si accompagnano alla nostra idea di città, che vogliamo rinasca nella trasparenza, nella sostenibilità, nella sua storia e nella sua cultura” ha dichiarato di recente Sena.

Piccoli spiragli si aprono comunque per eventuali intese tutte da verificare nei prossimi giorni, quando saranno più chiari i nomi dei candidati e degli schieramenti. Di certo il tempo stringe, dato che il 20 agosto è il termine ultimo per la presentazione delle liste: una data che sancirà anche l’inizio della campagna elettorale vera e propria, e quindi delle “ostilità”. Nel frattempo prosegue il lavoro dei gruppi che si stanno occupando dello sviluppo e della redazione del programma, all’insegna dei fari di sempre: per la legalità, la trasparenza e l’ambiente.

(foto da Facebook)