CONDIVIDI

Niente processione né riti, solo una celebrazione in streaming e la Supplica alla Madonna nel giorno dell’onomastico di Maria. Era stato annunciato che quest’anno, per l’emergenza Covid e dunque per evitare il rischio di assembramenti, il settantesimo incendio simulato del campanile del Santuario di Madonna dell’Arco non ci sarebbe stato. Invece…

Padre Alessio Romano, priore dei Domenicani di Madonna dell’Arco aveva annunciato ai fedeli che, in accordo con il commissario prefettizio del comune di Sant’Anastasia, Stefania Rodà, il simulato incendio del campanile, come del resto tutti i riti consueti che si tengono per la Festa dell’Incoronazione della Madonna, non si sarebbero svolti. Il priore aveva anche invitato i cittadini ad esporre, alle 20 di ieri, su ciascun balcone o finestra, un lumino o una candela e in tanti hanno accolto l’invito. Padre Alessio però ha voluto che, dopo le celebrazioni religiose in diretta streaming sulla pagina facebook del Santuario, ci fosse per tutti i fedeli in collegamento (e anche per chi non lo era), una gradita sorpresa. Così… all’ora esatta del giorno in cui, normalmente, migliaia di persone sarebbero state nei pressi del Santuario con il naso all’insù per ammirare lo spettacolo pirotecnico dell’incendio simulato, ha dato il via al settantesimo anno della tradizione che in tantissimi hanno potuto seguire, ma solo virtualmente e senza rischi. «Alla fine abbiamo deciso che il settantesimo incendio al campanile ci sarebbe stato – dice il priore – pensando di dare un piccolo segno con un mini spettacolo pirotecnico dal campanile, dedicato a tutti i devoti alla nostra Madonna dell’Arco». E ieri sera, sulla pagina social del Santuario, in almeno centomila sono stati raggiunti dall’evento a sorpresa. «Ci sembrava bello che attraverso la diretta streaming, tutti potessero unirsi creando un momento di comunità e di festa pur se virtuale. Alla fine, abbiamo onorato una tradizione che dura da settant’anni». Continuando però a rispettare le precauzioni del caso, oggi – domenica 13 settembre – il Santuario rimarrà chiuso.