CONDIVIDI

Il lavoro traccia la storia di una famiglia eminente del ceto mediano dell’Italia meridionale che riuscì ad imporsi socialmente e ad assurgere a posizioni di potere nel lungo periodo di tempo compreso tra il tardo medioevo e l’epoca moderna.

 

L’opera è nata grazie, soprattutto, al patrocinio della Società Salernitana di Storia Patria e dell’Associazione degli Storici del Cristianesimo – Campania.

Attraverso le meticolose acquisizioni degli autori, emergono dal libro diversi momenti nodali di storia che hanno una forte rilevanza non solo locale, ma anche regionale e nazionale. A tal riguardo gli autori gettano una nuova luce sui ritratti di alcuni personaggi del casato già noti alla storiografia regnicola o salernitana: il giurista Giovanni Battista Odierna (1602-1678), il vescovo Paolo Odierna (m.1506) e il sacerdote D. Luigi Maria Odierna (m.1825), rivoluzionario nel 1799.

Altri personaggi si impongono all’ attenzione: l’annalista Giovanni Battista Odierna, operante nella cittadina di Sarno alla metà del Cinquecento; il poeta sacro Nicola Odierno e il Generale italo-americano Raymond Th. Odierno, 38° Capo di Stato Maggiore dello U.S. Army, la cui famiglia era originaria di Sarno.

Un’altro eccezionale personaggio di questa famiglia fu il liguorino Padre Giuseppe Odierna. Nacque a Sarno il 4 ottobre 1807. Fu uno zelante missionario, esatto nell’osservanza delle regole. La comunità di Somma Vesuviana gli fu larga di speciale stima e benevolenza. Nella sua permanenza in città, chiamato al letto degli infermi correva subito a confessarli. Era venerato come un Santo. Fu colto da un neoplasia tumorale alla testa e nonostante tutti gli sforzi e tutte le cure suggerite dalla scienza, rese la sua bell’anima a Dio nel convento di Somma il 13 marzo 1866 all’età di 59 anni. La salma del sacerdote, dopo l’esequie in San Domenico, fu trasportata al cimitero dalla Confraternita del SS. Rosario e lì interrato, nella cappella omonima, sotto al muro in cornu epistulae (alla destra di chi guarda) dell’altare.

Uno studio approfondito, una monografia di grande spessore culturale, corredata e completata da tavole genealogiche, immagini in bianco e nero, una ricca bibliografia ed indice analitico. Tra gli autori spiccano:  Carmelo Currò, Pasquale Natella, Gaetana Mazza, Francesco De Martino, Roberto Frecentese, Carmine Di Domenico, Roberto Celentano, Pasquale Marciano, Felice Marciano, Salvatore D’Angelo, Federico Cordella, Elena Amendola, Alfredo Franco, Agostino Odierna.  La presentazione è di Giuseppe Cacciatore, presidente della Società di Storia Patria di Salerno.