Il Napoli di tutti strapazza i Rangers: per il primato manca meno di un punto…

0
374

Dominio totale. Non si potrebbe descrivere con altre espressioni la vittoria di questa sera al Maradona per 3-0 contro i Rangers, che porta il Napoli ad un passo dalla qualificazione da primi nel girone: a Liverpool basterebbe una sconfitta con massimo 3 gol di scarto, in virtù della miglior differenza reti (+16 contro il +9 degli inglesi).

La squadra diverte e si diverte, e nonostante un turnover massiccio, con 6 calciatori cambiati rispetto alla partita di Roma, passeggia sugli scozzesi, gestendo anche le forze nella ripresa, in vista del match di sabato con il Sassuolo. La doppietta del Cholito Simeone, insieme alla sua spaventosa media gol per minuti giocati ( un gol ogni 63’), mostra ancora una volta la profondità di questa rosa, che si permette il lusso di non far fare minuti nelle ultime 3 partite giocate ad un attaccante, che si è rivelato finora superdecisivo. Momento di gloria anche per Ostigard che, all’esordio in Champions, si toglie la soddisfazione di segnare e siglare allo stesso tempo il 100º gol del Napoli in questa competizione: si tratta del sedicesimo marcatore diverso in stagione, record in Italia e in Europa.

Stasera ha impressionato l’intensità in diversi momenti, specie nel primo tempo, della squadra, e lo spirito di sacrificio degli esterni d’attacco, sempre pronti a fare recuperi lampo: si è perso il conto dei palloni recuperati da Politano e Raspadori, che hanno dato l’anima in campo. Ultima, ma non per importanza, chiosa sul “maestro” Mario Rui, che conferma di star vivendo un momento magico e una straordinaria evoluzione tecnico-tattica: meriterebbe una gioia personale per sugellare questa fantastica stagione.