Home Redazionale I numeri del gioco in Campania

I numeri del gioco in Campania

CONDIVIDI

Il gioco fa parte della tradizione campana da tempi lontanissimi. Basti pensare che persino negli scavi archeologici di antiche città d’epoca latina sono stati rinvenuti dadi e tavole da gioco. Nei secoli, tante diverse culture hanno fatto sentire un loro particolare influsso sulla regione, portando in Campania diversi giochi di diverse tradizioni. Questi giochi sono stati rielaborati in molti modi e con molta originalità, ne sono nate tante forme di gioco nuove e particolari. Basti pensare alle celeberrime carte da gioco napoletane, un vero e proprio simbolo popolare di Napoli e del sud Italia più in generale. Quello per il gioco è un amore trasversale, che tocca tutte le età, tutti i sessi e tutti i ceti sociali. Nel corso dei secoli hanno giocato a carte le grandi dame della dinastia aragonese, così come i marinai al porto di Napoli. Il gioco da sempre è un grande aggregatore sociale, occasione di sfida e d’incontro.

Un tempo a dominare il mercato del gioco erano le scommesse, le carte, le lotterie tradizionali, le schedine del Totocalcio e del Superenalotto, i gratta e vinci. Oggi il mondo del gioco vive delle evoluzioni profondissime. La tecnologia ha portato a cambiamenti profondissimi in ogni settore della nostra vita e ne porta sempre di più anche nel gioco. Il gaming online rappresenta oggi uno dei settori più redditizi e in crescita dell’intero mercato mondiale. Smartphone, computer e molti altri dispositivi ci permettono di giocare a qualsiasi ora del giorno e della notte, in ogni luogo. L’esperienza di gioco diventa sempre più personalizzata, tutto si fa sempre più a misura d’utente. Il mondo del gioco non smette di svilupparsi e di adeguarsi a nuove esigenze, il tutto garantendo standard di sicurezza sempre più elevati. Aumenta la proposta, cresce il numero delle app per dispositivi mobili.

Fonte: Pixabay Autore: studiofotograv

La Campania è la seconda regione italiana per spesa riservata al gioco online, subito dopo la Lombardia. Secondo i dati raccolti da AGIMEG (Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco) e pubblicati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in Campania la spesa complessiva annua dedicata al gioco online si attesta intorno agli 1,8 miliardi di euro. La provincia di Napoli è in testa alla classifica con 945 milioni di euro annui, seguita dalla provincia di Salerno con i suoi 263 milioni di euro e da quella di Caserta che arriva a toccare i 232 milioni di euro. In provincia di Avellino è stata calcolata una spesa di 107 milioni, in quella di Benevento di 80 milioni.

Guardando invece alla spesa pro capite, in testa alla classifica troviamo Caserta con una spesa media individuale di 350 euro l’anno, seguita da Salerno con i suoi 330 euro di spesa pro capite annua. Napoli con una spesa media individuale di 306 euro l’anno è poco avanti a Benevento con la sua media annua di 292 euro. Avellino chiude la classifica con 257 euro di spesa media pro capite annua.

I giocatori campani sembrano prediligere in particolare le scommesse sportive e il poker. Uno dei passatempi più apprezzati risulta essere la partita a poker con gli amici, anche online. Tra le parole chiave più cercate su Google troviamo infatti “poker online con gli amici”. Si stima che circa il 60% dei giocatori siano uomini, mentre le donne circa il 40%. Secondo i dati raccolti, le giocatrici di sesso femminile preferirebbero di gran lunga i giochi di slot machine, soprattutto nelle loro versioni online. I giocatori di sesso maschile invece sembrerebbero invece prediligere di gran lunga i giochi di carte.

Il mercato del gioco online non solo segna una grandissima crescita, ma vede un futuro di stime più che rosee. Secondo gli ultimi studi di settore, si stima che a livello mondiale il giro d’affari crescerà fino a toccare i 90 miliardi di euro entro il 2024. La cosa non stupisce gli esperti, essendo questa una tendenza in perfetta armonia con la crescente digitalizzazione della popolazione mondiale. Il gaming online è quindi un settore che offre prospettive di crescita e attira sempre più investitori in Campania, in Italia e nel mondo.

Fonte: Pixabay Autore: ToNic-Pics