Home Generali I Bee Gees di Salerno

I Bee Gees di Salerno

72
0
CONDIVIDI

Cliccando su questo link vi troverete di fronte il futuro. Si tratta della famiglia De Luca; il padre è quello con lo sguardo attento; quello con lo sguardo assonnato è Roberto, assessore al comune di Salerno; quello con lo sguardo fermo, al centro, è il più bravo, candidato alla Camera dei deputati nel collegio uninominale di Salerno città e capolista proporzionale a Caserta. Insomma, di riffa o di raffa deve essere eletto per forza, un lavoro a questo benedetto ragazzo bisognerà pur trovarlo.

I De Luca si muovono come un sol uomo; loro il potere non lo gestiscono: se lo mangiano! A loro le polemiche non interessano: le schifano! Loro gli elettori li strapazzano, li spupazzano, li sfottono, perché lo possono fare. Sono i migliori, se lo possono permettere.

Pensate che fortuna per la genìa oltre Partenope. Una sola famiglia detiene il 98% dell’intelligenza internazionale; una sola carica di spermatozoi ha dato vita ad un nucleo artistico che nemmeno il Rinascimento. A chi potrebbero essere accostati? Ai chierici che tanta fortuna riscuotevano presso le Signorie del 1400? No. Perché loro sarebbero stati i Signori e non volgari intellettuali. Alla Santissima Trinità? Nemmeno, perché nessuno dei tre ha la barba. Ai Ricchi e Poveri? Inopportuno, occorrerebbe la presenza di almeno una femmina. Trovato! Ai Bee Gees.

I tre gagliardi salernitani, padre e figli, sono come il famoso trio anglo-australiano degli anni ’80: potenti, inarrivabili, ricchi e di sinistra…quella che, come la Democrazia Cristiana di una volta, tiene famiglia. E la famiglia, si sa, è sacra, come la corona del Rosario. Va tenuta unita…