CONDIVIDI

Ciao, sono l’alieno Gennaro. Mi sono presentato nell’articolo nel quale ho commentato la scorsa partita. La scorsa volta, ho dimenticato di dirvi di tenere la notizia della mia esistenza per voi, l’impatto sul mondo potrebbe essere disastroso, si potrebbero verificare degli eventi inaspettati che potrebbero mandare in confusione la popolazione mondiale. Inaspettati come i protagonisti di Genoa – Napoli. A proposito, non vi ho detto una cosa, tutti gli avvistamenti UFO ai quali avete assistito negli ultimi (e oltre) 50 anni non sono riconducibili ad alieni, ma spesso a fenomeni fisici precisi, io sono il primo alieno col quale avete contatti, e vivo a Napoli.

Ma scusatemi, passiamo alla partita. Il Napoli gestisce egregiamente buona parte della partita, fino a poco dopo l’inizio del secondo tempo. Arriva a pungere nell’area avversaria, bravo Insigne ad inserirsi come centrale d’attacco. A centrocampo si vedono le solite cose che non vanno. Sulla Terra esiste un animale molto molto lento, proprio come Spalletti, è il bradipo, Fabian sembra il solito bradipo. Vive in una stanza buia buia. Ma all’improvviso accende la luce, finta col corpo, e segna di sinistro da fuori area. Inaspettato. Ma nella ripresa inizia a cambiare qualcosa, Meret si fa cogliere da 2 momenti di debolezza, sembra che abbia visto un’alieno. Perde per due volte la palla, al secondo scivolone concede il gol al Genoa, ma il Var, per fortuna degli azzurri, annulla. Non saprei dire chi abbia ragione: l’arbitro o i genoani. Ma l’inerzia della gara è cambiata da qualche minuto, e parte del merito è di Pandev, il nuovo entrato, il regista avanzato genoano, che grattacapo per gli azzurri. Il Napoli si fa fregare sul solito lato debole, è gol di Cambiaso, sul primo palo. Ounas e Petagna in campo. I cambi di passo e la capacità di tenere la palla attaccata al piede del primo danno una sferzata di novità in campo. Ma arrivano sorprese anche dal secondo, il secondo incorna il pallone di Rui da punizione. Sarà il gol che concederà al Napoli la vittoria. Sui social ho visto che il rapporto che i tifosi hanno con Petagna non è stato dei migliori, ma sento anche notizie che lo vogliono in partenza, vedremo. Finisce 1-2.

Il Napoli, alla sua seconda uscita, continua a mettere in evidenza alcune situazioni. Il gioco non è ancora rodato, ma ci sarà tempo per farlo, per ora il tempo non manca, sicuramente a me non manca. Il mister sta dando ampio spazio a tanti giocatori della rosa. La squadra non demorde mai, è forte mentalmente, almeno lo è stato fino ad ora. Le redini sono pienamente nelle mani del mister Spalletti. Mancano pochi momenti di calciomercato, il Napoli forse cerca uomini per rimpiazzare i partenti. Chi partirà tra Ounas, Petagna e Gaetano? Vedremo, mentre ci godiamo gli inaspettati: Fabian, Petagna e Ounas.