Home Attualità Covid-19, nel Nolano slitta la riapertura di alcune scuole

Covid-19, nel Nolano slitta la riapertura di alcune scuole

CONDIVIDI
Inizio attività didattiche
Slitta la riapertura delle scuole in alcuni comuni del Nolano.

La decisione del governatore della Regione Campania stabiliva la ripresa delle attività didattiche il 24 settembre. Numerosi i comuni nel Nolano che hanno dovuto adottare provvedimenti differenti, facendo slittare la data di inizio a causa del manifestarsi di ulteriori casi di cittadini positivi al Covid-19. 

Proprio di questa mattina è l’annuncio del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che ha firmato la nuova ordinanza con obbligo della mascherina anche all’aperto fino al 4 ottobre 2020 a causa del vertiginoso aumento dei casi positivi al Covid-19 in Campania. Situazione che si presenta nelle medesime condizioni anche in alcuni comuni del Nolano, dove diversi sindaci non hanno potuto rispettare la data di inizio del 24 settembre. Molte le problematiche, lavori edili nelle scuole non ancora completati, l’attesa dei banchi singoli, predisposizione delle aule ancora da definire al meglio. A questa situazione che ha lasciato molti istituti impreparati, si è aggiunto un aumento dei casi positivi al Covid-19 che sta interessando numerosi comuni nelle ultime settimane.

A Nola le scuole di ogni ordine e grado hanno riaperto su tutto il territorio comunale in data 24 settembre, rispettando le tempistiche stabilite dalla Regione senza causare disagi con eventuali slittamenti. «Abbiamo lavorato incessantemente per garantire sicurezza, sanificazione degli ambienti, delle aule e degli spazi comuni» afferma il primo cittadino, Gaetano Minieri.

A Cimitile, invece, il sindaco ha firmato l’ordinanza con cui ha disposto il rinvio dell’avvio delle attività didattiche di tutti gli istituti scolastici comunali fino al 28 settembre, potendo così consentire un’accurata sanificazione e igienizzazione degli spazi in seguito alle elezioni.

Anche a Cicciano il sindaco ha stabilito il rinvio delle elezioni, posticipando il suono della campanella al 28 settembre così da poter permettere ai dirigenti delle scuole di ultimare tutte le procedure per ripartire in piena sicurezza. Stesso discorso vale anche per i comuni di Tufino, Casamarciano e Roccarainola che riapriranno i cancelli delle scuole comunali a partire dal prossimo lunedì per garantire una migliore gestione dell’organizzazione logistica e consentire l’avvio in assoluta sicurezza, nel rispetto delle misure di igienizzazione e sanificazione per gli istituti che sono stati sedi dei seggi elettorali.

Diversa la situazione nel comune di Saviano, dove si sono conclusi gli spogli elettorali in data 22 settembre con un esito che porterà i candidati alla carica di sindaco al ballottaggio. In base a questa situazione, i cittadini saranno nuovamente chiamati alle urne nei giorni 4 e 5 ottobre. Dall’ordinanza emerge con chiarezza che i plessi sede di seggio devono essere disponibili fin dal giorno 2 ottobre. Quindi sarebbe inopportuno fissare l’inizio delle attività scolastiche il giorno 1 ottobre per poi sospenderle a partire dal 2. Pertanto, è stato fissato come inizio il giorno 8 ottobre. Si tratta di una scelta presa in accordo con i dirigenti scolastici al fine di evitare problemi e difficoltà nell’avvio delle attività scolastiche.